BLOOMRIOT > WebSfera > WEB ITALIANO ACCESSIBILE

WEB ITALIANO ACCESSIBILE

Almeno per una volta, una legge dello Stato si dimostra lungimirante per il futuro della rete

, .    

WebSfera > Stiamo parlando della Legge n 4 del 9 gennaio 2004, che definisce le norme per semplificare l'accesso ad internet ai disabili.
Vorrei però focalizzare l'attenzione sui vantaggi per lo sviluppo della rete e per tutti i suoi utilizzatori.
Le linee guida che accompagnano la legge (prima pubblicazione maggio 2004; revisione luglio 2004) impongono di scrivere le pagine web usando una grammatica formale molto rigida. Non ci crederete ma i browser, per interpretare il codice scritto male, impiegano attualmente l'80% delle loro risorse. Obbligando gli sviluppatori a scrivere il codice in maniera precisa, realmente si aprono le porte della rete a device meno potenti, come i cellulari, palmari o altri futuri prodotti, senza contare la felicità del vostro Pc di casa.
Un altro vantaggio molto affascinante è l'adozione del linguaggio XHTML, che divide completamente i contenuti e l'impaginazione e favorisce lo sviluppo del cosiddetto web semantico.
Vi propongo un esempio per semplificare il concetto:

con XHTML potete vedere una pagina web sul vostro computer, impaginata in maniera impeccabile, con belle immagini. Stampando su carta la stessa pagina, questa vi apparirà come fosse una vera e propria brochure: senza sfondi o immagini inutili, senza menù di navigazione e perfettamente adattata alle dimensioni del vostro foglio di carta. Lo stesso avviene usando un proiettore, un cellulare, la TV, un sintetizzatore vocale (screen reader) o stampare in braille. In pratica il progettista può decidere in che modo apparirà la stessa pagina, a seconda della device che la sta leggendo.Per web semantico intendiamo invece la possibilità per le macchine di riconoscere e catalogare le informazioni a seconda della loro funzione: tutti gli acronimi in questa pagina sono riconosciuti come tali dai computer, inoltre se si muove il mouse su di essi appare il loro significato per esteso. Fate una prova qui: XHTML. In pratica è possibile "far capire" ai computer che una porzione di testo è il riassunto del seguito, oppure che si tratta di un esempio piuttosto che di una citazione; di una data storica piuttosto che di un semplice numero.
A chi può servire,direte voi? A tutti! Quante volte cercando un nome, una sigla, o una data in un motore di ricerca, ci appaiono risultati assolutamente inutili? Grazie al web semantico i motori di ricerca possono sfruttare queste informazioni per fare ricerche più accurate e sintetiche. Diventano insomma più "intelligenti". Nota: Queste regole per la progettazione sono obbligatorie solo per i siti in gestione alla pubblica amministrazione o sponsorizzati da un ente pubblico.


di: J412

Articolo inserito il:



Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org