BLOOMRIOT > Sentito > Rage Against The Machine

Rage Against The Machine

L’ultima molotov musicale della Rabbia Contro Il Sistema.

Rage Against The Machine , The Battle Of Los Angeles. Epic 1999    

Vintage > Una Molotov si costruisce con una bottiglia di vetro, della benzina ed uno stoppino a chiudere, che sarà da incendiarsi.
Fu per aver fatto delle magliette con le istruzioni per costruire una bomba di questo tipo che, ai Rage Against The Machine, fu impedito, per un buon periodo di tempo, di suonare in Francia, ma d’altronde, cosa avrebbe dovuto mettere sul proprio merchandise il gruppo più incendiario di tutti i tempi?
Esplosiva e corrosiva, ma soprattutto, inculcante germi sovvertenti in coloro che la ascoltavano, la band capitanata dal combattivo rap-vocal Zack De La Rocha, non ha mai perso il suo spolvero e, anche nell’ultimo disco della sua storia, The Battle Of L.A. (dopo uscì Renegades, che è un album di cover), è riuscita a proporre la sua Molotov musicale. Si parte con la violenta Testify e tutto sembra esplodere, e la voglia di lotta è iniettata con un solo verso: Who controls the past now controls the future. Ma è con la canzone successiva, la storica Guerrilla Radio, che il quartetto di Los Angeles, si fa benzina che brucia e corrode, operazione proseguita dal singolo Sleep Now In The Fire, conosciuto ai più, per il video, girato in presa diretta, con la band che improvvisa un live sulle scale di Wall Street. Probabilmente bastano questi tre pezzi per giustificare il prezzo del cd, ma altre nove tracce sono presenti e tutte sono ad altissimo rischio di incendio. Calm Like a Bomb e Voice Of The Voiceless hanno titoli molto più esplicativi di mille parole. Mic Check, New Millenium Homes e Maria sono i pezzi con l’attitudine più hip hop, metre Born Of A Broken Man, Ashes In The Fall ed il finale War Within a Breath sono pezzi pienamente combat rock, con Morello che si sbizzarrisce nei suoi voli pindarici di suoni.
Tutto questo sono stati De La Rocha, Morello, Wilk e Commerford, che, dopo The Battle Of Los Angeles, hanno lasciato un vuoto che nessuno è riuscito a colmare, né le loro copie mosce (Vedi Limp Bizkit), né i reduci sfibrati degli stessi R.A.T.M. (Vedi Audioslave). Quindi, per chi non l’avesse capito, i Rage Against The Machine sono: una bottiglia di vetro, della benzina ed uno stoppino a chiudere, che sarà da incendiarsi.

video: Guerrilla Radio



di: ammale

Articolo inserito il: 2008-01-19


Rage Against The Machine  The Battle Of Los Angeles
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org