Nheap

emergenza ambient...

Nheap, realight. autoprodotto 2008    

Supporti > Un coraggioso esordio,una timida boccata d’aria fresca in tempi di triti revival(ieri l’elettroclash-italo disco degli eighteis,oggi la dance primi anni ’90.)
Massimo Discepoli entra nel mondo della musica elettronica ,in punta di piedi ,facendo attenzione a non far troppo rumore.
I’esordio del progetto Nheap,completamente autoprodotto, è un delicato concentrato di ambient e minimal, un lavoro privato di qualsiasi orpello che possa risultare minimamente eccessivo o sopra le righe.
Tutto è leggero,quasi impercettibile al primo ascolto,ma se vi sforzerete e tenderete l’orecchio riuscirete a catturare delle melodie crepuscolari,dei suoni liquidi fino all’eccesso.
Non tutto è riuscito alla perfezione:la scelta di adoperare una vera batteria,seppur ben suonata,alla lunga si rivela infelice;certi rumorismi sono appena accennati quando meriterebbero maggior spazio,la presenza del basso è a volte ingombrante.
Ma sono decisamente piu’ le luci che le ombre…
le romantiche note di “roma msn” non possono lasciare indifferenti,i piu’ pazienti alla fine dell’ascolto verranno pervasi da uno strano senso di malincolia che sarà difficile cacciar via,se proprio lo si vuole.
Il beat in sottofondo di passing by conferma che l’utilizzo della batteria acustica è decisamente fuori luogo,mentre nella crepuscolare o.b.e.e. da lontano riecheggiano le atmosfere tanto care al Nick Cave produttore di colonne sonore,insieme al fidato socio
Warren Ellis(la soundtrack di “l’assassinio di jesse james… è un magnifico esempio).
E non ci sarebbe nulla di stupefacente se il Discepoli trovasse nel mondo delle soundtrack il suo ideale raggio d’azione.
Interessanti inoltre certi rimandi allo shoegaze meno rumoroso(un nome su tutti i nostrani Edwood)
Non si può non augurare a Nheap tutto il bene possibile,visto la dolcezza celata dietro la sua opera!!!

Consigliato a chi non va di fretta….


di: Gianni Romano

Articolo inserito il: 2008-12-20


Nheap realight
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org