BLOOMRIOT > WebSfera > Il formato grafico GIF diventa libero

Il formato grafico GIF diventa libero

, .    

WebSfera Pillole > Probabilmente i più non lo sanno, ma il formato per file grafici GIF, il più diffuso assieme al JPEG, era soggetto a brevetto fino al 20 giugno 2004. Eppure ad oggi è stato usato con disinvoltura da tutti i webmaster che non erano nemmeno a conoscenza di questo vincolo.
La strana vicenda nasce dal formato di compressione LZW (che è inserito in GIF, PDF, TIFF e compressione dei modem) il codice del quale fu pubblicato su una rivista nel 1984 senza precisare che lo stesso era in corso di brevettazione da parte dell 'azienda Unisys. Da qui l' implementazione nel formato grafico più diffuso al mondo. Seguì una fase di modifiche varie alle licenze, però essendo troppi gli utenti punibili la Unisys fu costretta a lasciar perdere il pagamento per siti web e software non commerciali. Ora la licenza è scaduta e il problema non si pone più. Bisogna notare però che il pagamento per il brevetto non è stato mai applicato ai siti web, ma ha sicuramente rallentato lo sviluppo di software de parte delle piccole imprese, che di norma non potevano certo permettersi di rischiare una sanzione.

Più informazioni su Apogeo Online


di: J412

Articolo inserito il: 2004-06-24



Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org