BLOOMRIOT > G215 > Fandom - E La Passione Diventa Azione

Fandom - E La Passione Diventa Azione

Da Internet a veri e propri movimenti

, .    

G215 > Quando si parla di gruppi di fans in Italia si è soliti classificarli in un’immaginazione comune: persone appassionate di un film, un telefilm, un libro, un complesso musicale che condividono le proprie opinioni in contesti reali –come succede tra amici con stesse passioni in comune- o in case virtuali, come forum, siti, blog, che diventano un vero e proprio ritrovo per tutti gli appassionati in giro per la nazione o nel mondo.

Ma quando si parla di fandom ? Tempo fa si cercavano fans club tra le pagine di giornaletti e riviste; si mandava la lettera e la quota d’iscrizione per ricevere dei piccoli fascicoli sul proprio idolo; lo sviluppo sempre più vasto della rete Internet ha trasformato ciò che chiamavamo fans club, volti quasi esclusivamente all’informazione e all’esserci più che alla comunicazione tra membri, in ciò che in lingua inglese si definisce come regno dei fans. Il fandom altro non è che l’evoluzione dei vecchi club in forma epistolare, ma sarebbe riduttivo definirli solo così: sia per il cambiamento della società odierna, sia per le possibilità certamente più avanzate offerte in primis dai social network presenti ormai ovunque, queste comunità di appassionati generalmente superano di gran lunga un numero ristretto di persone e la loro caratteristica fondamentale è l’essere perlopiù di varie parti della nazione o del mondo e nonostante ciò, non fermarsi mai davanti a nessun ostacolo.

Con questo termine nel campo della TV si definisce solitamente un gruppo di fans delusi dalla cancellazione del proprio show televisivo che organizzano varie iniziative per farsi notare principalmente dagli attori e dai produttori, a volte anche da probabili nuovi fans.

I fandom che hanno organizzato e hanno ottenuto qualcosa sono molti e dovessimo dilungarci non basterebbero pagine e pagine, perciò è bene soffermarci su un’iniziativa tutta italiana, sia per amor di patria sia perché forse per la prima volta, un gruppo della nostra nazione ottiene una visibilità a dir poco notevole.

La Spada della Verità (Legend of The Seeker), trasmessa interamente dall’emittente privata SkyUno, è una serie televisiva di genere fantasy ispirata dalla saga letteraria scritta da Terry Goodkind alla quale fa fede la traduzione italiana (The Sword of Truth) ; Richard Cypher, il cercatore di Verità, scopre il suo destino attraverso una serie di strani incroci e coincidenze che faranno di lui un vero eroe, affiancato nel suo viaggio contro il male dalla depositaria Kahlan Amnell e dal Mago del Primo Ordine Zeddicus Zu’l Zorander.

Dopo due serie, il telefilm è stato cancellato dalla casa produttrice Disney e dall’emittente ABC. Il fandom inglese ha iniziato cooperazioni varie ottenendo mano a mano grandi riconoscimenti sia dagli attori che dagli stessi sceneggiatori, che per primi ispirati dai loro ammiratori, invocano a gran voce il rinnovo dello show.

Accodandosi prima a varie iniziative del fandom oltreoceano e diventando in un certo senso autonoma , la comunità italiana de La Spada della Verità, si è vista crescere con un investimento che ha lasciato a bocca aperta gli stessi colleghi di tutto il mondo e anche lo scrittore della saga dei libri stesso.

Dopo l’esperienza al Romics 2010, dove un piccolo stand informativo distribuiva del materiale gratuito e informativo per coinvolgere nuovi fans alla visione di un telefilm legato ai valori più puri che l’uomo di oggi sembra quasi aver scordato, il fandom italiano è stato sommerso da complimenti e da inviti in tutte le varie conventions in giro per l’Italia. Il prossimo gradino per i ragazzi sarà il Napoli Comicon, che si terrà dal 29 aprile 2011 al 1° maggio. Oltre a nuovi membri nel cast del cosplay figureranno nuovi abiti e una nuova campagna di gadget gratis. Per chi si chiede com’è possibile organizzare tutto ciò senza spendere un euro, diciamo subito (o forse un po’ meno di subito, n.d.) che purtroppo non è possibile senza delle somme di denaro abbastanza alte.


di: Mer De Noms.

Articolo inserito il: 2011-01-27



Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org