BLOOMRIOT > G215 > CHICKEN SIGNIFICA POLLO?

CHICKEN SIGNIFICA POLLO?

Dietro e dentro le crocchette dei fast food. Chicken e Pollo sono davvero la stessa cosa?

CHICKEN SIGNIFICA POLLO?, .    

G215 > Gli Stati Uniti sono i principali produttori mondiali di pollo ed al contempo i più grandi consumatori. Questo boom nel consumo di pollame viene attribuito solitamente all’esplosione negli ultimi venti anni delle catene fast food, dai Mcnuggets del McDonald’s fino al Kentucky Fried Chicken. Nel 1992 i volatili hanno addirittura superato le vendite di manzo ed i preparati a base di pollo, veloci e semplici da cucinare, sono ospiti fissi delle ghiacciaie delle famiglie americane.
Ma quali sono le condizioni poste dalle multinazionali agli allevatori per far fronte all’enorme richiesta? Eric Schlosser, partendo da una semplice inchiesta per conto di Rolling Stone, ha in seguito condotto una vera e propria indagine sull’argomento il cui frutto è rappresentato dal bestseller “Fast Food Nation”, edito in Italia da Marco Tropea Editore.
Le ricerche dell’autore mostrano un panorama desolante delle aziende avicole americane, ormai paragonabili a delle catene di montaggio in cui l’animale non è niente altro che il componente di un’operazione industriale. La centralizzazione e l’uniformità del gusto sono state pressoché imposte ai produttori dai principali acquirenti, ossia McDonald’s e KFC che evitano di rivolgersi ai piccoli produttori privilegiando i grandi allevamenti. Ciò ha portato nel corso degli anni ’80 ad una serie di fusioni societarie nel settore che vede oggi la presenza di otto grandi operatori che controllano il 70% delle vendite. Il vecchio pollo intero, da trinciare a casa è stato sostituito sul mercato dai bocconcini e cotolette che rappresentano oggi il 90% della carne di pollo commercializzata.
Per facilitare la produzione di tali tranci , la Tyson Foods, uno dei principali fornitori di McDonald’s , ha sviluppato una nuova razza dal petto insolitamente grande, soprannominata “Mr Mc Donald”. I famosi McNuggets sono piccoli pezzi di pollo ricostituito, tenuti insieme da stabilizzatori e che fino a poco tempo fa derivavano gran parte del loro sapore da una base di estratto di carne. Gli aromi “naturali” contenuti nelle crocchette sono a base di carne di pollo e sono solo alcuni dei gusti “al pollo” elaborati per brodi, patatine ed altri prodotti nelle “fabbriche dei sapori” come la multinazionale IFF che tra l’altro si occupa anche di essenze di profumi e che in Italia ha tra i suoi clienti l’azienda alimentare di Giovanni Rana.
Gli animali e gli ibridi, così come i mangimi ed i servizi veterinari vengono forniti dalle multinazionali agli allevatori, ridotti così a semplici esecutori.
Un pollo da carne vive circa sei settimane in un capannone in cui la compagnia non manca: dai 20 ai 30mila animali intasano il tunnel che li ospita, per una media di 11/18 animali al metro quadro.
Un pollo americano oggi mangia… carne di pollo! Si tratta infatti della principale fonte di proteine animali di gran parte dei mangimi a loro destinati. La Tyson Foods aggiunge pelle, intestini e avanzi ai prodotti per l’alimentazione animale destinati ai suoi allevatori e spesso si ricorre anche agli scarti dei mattatoi. Le prove di un possibile rischio di tale cannibalismo non esistono, ma ciò non toglie il legittimo sospetto, soprattutto alla luce dell’epidemia di BSE degli anni recenti.
In conclusione, è comunque auspicabile una riduzione sensibile dell’applicazione del modello industriale nel settore avicolo, al fine di restituire una dignità all’animale e riportare salute e rispetto al centro del consumo della carne.


di: DHARMABOY

Articolo inserito il:


CHICKEN SIGNIFICA POLLO?


CHICKEN SIGNIFICA POLLO?

CHICKEN SIGNIFICA POLLO?

CHICKEN SIGNIFICA POLLO?