BLOOMRIOT > Letto > TOTO', PEPPINO E LA GUERRA PSICHICA 2.0

TOTO', PEPPINO E LA GUERRA PSICHICA 2.0

" Ovvero: tecniche di guerriglia culturale, cancro mediatico e rivoluzioni silenziose..."

, TOTO', PEPPINO E LA GUERRA PSICHICA 2.0.    

Saggistica >

Una sorta di testamento,un manifesto "in chiaro" prima del seppuku, suicidio virtuale che porrà fine ad un progetto quinquennale le cui imprese sono ricapitolate in questo libro.

Attenzione però: il seppuku, a differenza del karakiri, prevede la fine di un progetto per la rinascita di in altro sotto altra forma. Il seppuku è metamorfosi, è continuazione sotto altro stile, e quindi suicidio simbolico.

Totò, peppino e la guerra psichica 2.0 è un saggio dai ricchi contenuti filosofico-insurrezionalisti che cerca di introdurre i concetti-chiave a quei piccoli bambini cattivi che si sentono come pongo tra le callose mani di quell'astratto e capillare orco denominato potere. Il libro è diviso in 3 parti: una prima parte introduttiva sul Luther Blissett Project, una seconda (con pezzi tratti da un precedente saggio denominato "MIND INVADERS") in cui si esplicano le tecniche di guerriglia culturale e una terza (propriamente chiamata "Totò, peppino e la guerra psichica 2.0") ove si narrano le imprese dell'eroico personaggio multiplo.

Ma chi è Luther Blissett? Cos'è Luther Blissett?

Luther Blissett è un movimento sotterraneo, un parassita intelligente che ha deciso di dichiarare guerra alla propria maniera infettando la pilotata informazione di massa che simboleggia le forme di potere agenti sull'individuo.

Cosa scusa, puoi ripetere? Luther Blissett è una rivoluzione silenziosa, "la rivoluzione silenziosa di un milione di menti", l'interagire di una moltitudine di individui che non sono più individui ma fanno parte di un organismo collettivo (Luther Blissett appunto, dal nome di un ex-giocatore che militò nel Milan degli anni '80 senza molta fortuna) intento a seminare il panico mediatico attraverso i normali organi di comunicazione (intendiamoci: TV, giornali, internet ecc.).

Ma come agisce Luther Blissett? Semplice: facendo riferimento alle più importanti nozioni sull'arte della guerra attacca il nemico "colpendolo dall'interno", usando le sue stesse armi e rendendosi invisibile grazie alla perdita dell'identità. E' lo stesso meccanismo di una malattia, un'infezione virale che parte da dentro e che si diffonde fino ad intaccare i pilastri che sorreggono le normali tecniche e abitudini su cui si basa l'informazione. Il tutto con una guerra invisibile.Perché di guerra si tratta, e più precisamente di guerra psichica.

Ma come è possibile tutto questo? Con la perdita d'identità, con il raggiungimento di una trasmigrazione mentale, cogliendo quel livello in cui si è Luther Blissett, si ragiona come qualcosa che non è corpo ma rappresenta un organismo nebbioso (e nebuloso) formato dal fondersi di una moltitudine di menti; un complesso che crea un'identità collettiva in cui idea e agente sono SEMPRE lo stesso individuo (multiplo) fondato su una compartecipazione pressoché totale.

Rinuncia al tuo nome! Perdi le tue caratteristiche da individuo che non sono altro che i diretti parametri di controllo del potere, come incastonato in una enorme matrice che non ti permette di uscire dai consueti livelli di azione delimitati dal tuo essere un nome e un cognome. Solo così potrai agire nell'ombra, seminare notizie false (o verosimili), creare panico mediatico per poi rifugiarti nella selva, nell'oscurità, nell'indefinito, come fumo tra le mani: come Luther Blissett.

I risultati? La truffa alla Mondadori e a "Chi l'ha visto?", le iniziative di guerra psichica in varie città d'Italia e le conseguenti considerazioni che un povero bimbo come me non può far altro che cogitare.


di: DANIELE C.

Articolo inserito il:


 TOTO', PEPPINO E LA GUERRA PSICHICA 2.0
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org