MOMO

"Storia di una piccola no-global"

, MOMO.    

Narrativa > Se è il significato della parola “fantasia” che cercavate, è in MOMO di Ende che finalmente lo troverete. Ende, autore del mitico “ La storia infinita “, ci racconta la storia di MOMO, straordinaria bambina dal passato e dall’età sconosciuta, di come salverà l’umanità dalla minaccia dei terribili Uomini Grigi, ladri del tempo altrui.
Questo romanzo scritto nei primi anni ’70, risulta davvero avveniristico a noi generazioni del nuovo millennio. Il principio della globalizzazione, l’omologazione e l’ottimizzazione del tempo sono i temi portanti del romanzo.
L’ ambientazione sociale è molto chiara: la classe operaia diventa protagonista ma viene anche criticata per essere labile al successo e al denaro. Solo Momo vivendo fuori dagli schemi, quindi senza famiglia, sostenuta solo dagli abitanti della periferia, non cade nella trappola degli Uomini Grigi, una rete fatta di arrivismo e puro materialismo. Ende vuole forse comunicarci che essere liberi è possibile solo in una condizione di estremo anticonformismo?
Forse i più critici riconosceranno in Momo un’icona fricchettona, io credo che l’autore voglia solo farci ricordare lo splendido bambino che tutti una volta siamo stati.
Grandiose le descrizioni, la periferia (si presume quella romana, visto che Ende si è trasferito nella nostra capitale) diventa palcoscenico dei più incredibili giochi, il concetto del tempo, che l’autore affronta in maniera quasi soffocante, la descrizione delle ore che nascono sotto forma di fiori per morire un istante dopo, ma il fiore successivo sarà più bello e profumato, l’ottimismo a quei tempi era assolutamente necessario…..
A chi avverte i primi sintomi di arrivismo
A chi crede di sprecare il proprio tempo
A chi non gioca più
consiglio vivamente questo libro


di: TEO

Articolo inserito il:


 MOMO
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org