BLOOMRIOT > Letto > UNA BANDA DI IDIOTI

UNA BANDA DI IDIOTI

Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.

, UNA BANDA DI IDIOTI.    

Narrativa >

John Kennedy Toole scrisse Una banda di idioti durante i due anni di leva a Porto Rico. Nel 1963 lo presentò a Robert Gottlieb della Simon & Schuster, che lo giudicò buono ma bisognoso di molti tagli. L'autore tentò di farlo ma non ci riuscì mai, forse perchè era convinto che il libro non andasse tagliato. Il libro non fu pubblicato e Toole continuò a insegnare in un college a New Orleans, con crescente distacco fino a che il 26 marzo 1969 si suicidò con i gas di scarico della sua macchina a Biloxi, nel Mississippi. Aveva trentun anni. Fu la madre, dopo aver scoperto il manoscritto, che con una costanza ammirevole tentò di farlo pubblicare. Grazie a Walker Percy il libro uscì nel 1976 e nel 1981 vinse il premio Pulitzer per la letteratura.

Ignatius C. Reilly è un trentenne laureato in storia che vive con la madre a New Orleans, città che ha lasciato una volta sola in vita sua per un viaggio in corriera fino a Baton Rouge che lo ha sconvolto profondamente. Ignatius è costretto a vivere in un mondo che "manca di teologia e geometria" e passa le giornate cercando un distacco e un isolamento miltoniani per poter scrivere l'opera letteraria definitiva. Il suoi contatti col mondo esterno sono il cinema, le uscite con la madre e delle deliranti lettere scambiate con Myrna Mynkoff, sua compagna di università anarco femminsita che ora vive a New York. Ignatius indossa sempre un berretto da caccia verde con i paraorecchi abbassati, in macchina siede sempre sul sedile posteriore perchè non ha la patente e non vuole sedere nel posto del morto. Ignatius non ha mai pensato di cecare un lavoro fino a quando non è costretto dalla mamma.
Insomma, Ignatius C. Reilly è uno dei personaggi più idiosincratici, paranoici, ipocondriaci e farsescamente divertenti mai apparsi su carta. E' un Don Chisciotte obeso che intraprende assurde crociate, fanatico di Boezio e con una valvola pilorica molto sensibile.
E nella New Orleans che Ignatius attraversa con passo pesante e baffi umidicci, fra un fragoroso rutto e una poderosa scoreggia, si incontrano tante storie di sottofondo: dall'agente di polizia costretto ogni giorno a un travestimento diverso alla gestrice di uno squallido locale di spogliarelli passando per un'ottuagenaria contabile narcolettica.

Una banda di idioti è un libro scritto con eccezionale ironia, sarcasmo e intelligenza. Reso efficacemente in italiano dalla traduzione di Luciana Bianciardi.
John Kennedy Toole all'età di sedici anni scrisse un altro libro, La bibbia al neon.


di: A.MA.

Articolo inserito il:


 UNA BANDA DI IDIOTI
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org