BLOOMRIOT > Letto > LO STRANO MONDO DI CARRIE PILBY

LO STRANO MONDO DI CARRIE PILBY

"Non avrei nessun problema ad adeguarmi al mondo. Se solo il mondo avesse un senso. Ma non ce l'ha. Forse è il mondo che dovrebbe adattarsi a me"

, LO STRANO MONDO DI CARRIE PILBY.    

Narrativa > Accidenti, sarebbe bello che i nostri problemi di relazione con il prossimo si risolvessero in fretta e fel icemente come quelli di Carrie Pilby, 19 anni, genio, laureata ad Harvard ed incapace di relazionarsi normalmente con i coetanei, un po' perché troppo seriosa, un po' perché troppo rigidamente incapsulata nei suoi codici morali, un po' perché onestamente non abituata.
Non che Carrie desideri essere una ragazza "normale". Le va bene stare nel suo appartamento nel Village a trascorrere la maggior parte del suo tempo a guardare film classici e dormire.
Però subentra in lei quasi un senso di sfida quando il suo terapeuta le affida cinque compiti da portare a termine: uscire con un ragazzo, entrare a far parte di un'associazione, andare a una festa di Capodanno, elencare 10 cose che le piacciono e dire a qualcuno che gli vuole bene.
E accidenti Carrie ce la fa. Ci prende anche gusto. Le va tutto bene. Non incontrsa pazzi criminali. Non va in coma etilico. Non viene rapinata né stuprata. Anzi, trova il ragazzo della sua vita (ettipareva! Un uomo ogni sette donne, e lei trova l'uomo della sua vita!), un lavoro, un'amica, interessanti relazioni (perché New York è innegabilmente più piccola e raccolta di Mezzago, no?!) e capisce che forse essere moralmente così rigidi non è bene.
Sono eticamente contraria ai libri della serie Principe Azzurro, Principessa Rosa. Forse la vita mi ha indurito e reso troppo cinica, comunque qualcosa di più che positivo nel romanzo della Lissner c'è: Carrie è perfetta. Coerente con le sue contraddizioni, perfettamente resa nella sua rigidità che, a poco a poco, vediamo sciogliersi e lasciarla nuda. Che sia un bene o un male, non saprei (secondo la Lissner è assolutamente un bene).
Io, da parte mia, inizierò ad attaccare bottone con tutti, si sa mai che trovi anch'io amici interessanti e principe azzurro acculturato, borbottante e con il borsalino.


di: KIBIUSA

Articolo inserito il:


 LO STRANO MONDO DI CARRIE PILBY
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org