BLOOMRIOT > Letto > COME AUDREY HEPBURN

COME AUDREY HEPBURN

Ancora una storia di principi azzurri e svampitelle

Townley Gemma, COME AUDREY HEPBURN . Sonzogno    

Narrativa >

Sapevo di stare sbagliando. Lo sapevo. L'ho fatto lo stesso. Mi piace molto il fucsia, mi attira in un modo che non posso spiegare. La mia migliore amica sostiene si tratti di una sindrome. Ovvio che, vedendo questo libro cicciottello, morbidoso, rilegato tutto rosa sugli scaffali della libreria dovessi prenderlo. A dire il vero più volte ho declinato e non l'ho afferrato, ma, accidenti, lui era sempre lì! Lui era ovunque! L'ho portato a casa e già il gatto mi guardava con aria di riprovazione. Chiaro, già dalla copertina, con disegnati due (omino, donnina) a spasso su una vespa si capiva che era un fumettone. No?
Ok, Come Audry Hepburn è un fumettone rosa, un anti Bridget Jones, un'orribile accozzaglia maschilista.
Scritto non particolarmente bene da una - lo si capisce anche solo leggendo il romanzo, non c'è bisogno di scorgere le note di copertina - ha fatto la felice casalinga per anni accanto al maritino ricco. Da una che - la Sonzogno lo declama con orgoglio! - è la sorella di Sophie Kinsella, l'autrice (udite! udite!) del capolavoro I love Shopping! Però questo libro dovete leggerlo.
Eh, sì, per rendervi conto ancora una volta di dove siamo giunti.
La storia?
La protagonista ha un nome insulso che dovrebbe apparire ambiguo ma femminile al tempo stesso (Georgie, ve la ricordate, quella che si trombava i fratellastri in Australia?), ed un fidanzato contabile noioso, David (che non risulta noioso ma, neanche per un attimo, che è un ragazzo meraviglioso che tutte noi vorremmo accanto. A spiegazione che è noioso basti leggere che Georgie dice che è noioso) e un ex affascinante, Mike (che è insopportabile, saccente, maleducato e manipolatore, e per nulla affascinante. Per dimostrare il suo fascino basti che Georgie dice che è affascinante. E bello). Mike torna da Georgie, che ci casca come una pera e si convince che lui la ama. (C'è una scena ambientata nel cesso di un night di Londra che a tal proposito non ho ben capito, se leggete questo fumettone e la capita, mi chiamate per spiegarmela?). Mike invita Georgie a Roma per un finesettimana. Lei, che ama Vacanze Romane, accetta. Inventa una balla a David, che, a sua volta, le dice di dover andare a Ginevra, e parte per raggiungere Mike, che le ha affidato una borsa da porargli. A questo punto tutti, ma proprio tutti, hanno capito che MIke sta usando Georgie per far portare in Italia del denaro reciclato, e che Georgie incontrerà David a Roma, che David sta indagando su Mike, che Candy, l'amica di Georgie, è incinta di Mike. Ma tuuuuutti! A parte Georgie, che crede a tutto, ruba oggetti al fidanzato, resta convinta che l'ex sia cotto di lei e quant'altro.
Si beve tutto. Creando in te una vaga sensazione di nausea.
Oltrettutto, ovvio, i valori e principali momenti di conversazione della protagonista riguardano - orgogliosamente - tagli di capelli e vestiti di Gucci. E Mike non l'ascolta, David l'adora come se fosse una madonna.
Che rabbia.

PS: ovvio che sulla quarta di copertina c'è un entusiuastico commento al libro ad opera di .... SOPHIE KINSELLA !!! (I love shopping).... MA ANDATE TUTTI A CAGARE!


di: KIBIUSA

Articolo inserito il:


Townley Gemma COME AUDREY HEPBURN
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org