BLOOMRIOT > Letto > BAMBINE

BAMBINE

Uno splendido racconto sull'amicizia, sull'amore e sulle delusioni di una generazione inquieta in una terra che è stata definita 'sazia e disperata. (Lucarelli)

Simona Vinci, BAMBINE.    

Narrativa > Proprio come per la Vinci, questo libro fu per Baldini il lancio. Il nuovo Lucarelli, si scrisse, si disse. I critici italiani forse si esprimono in termini troppo spesso entusiastici, mi vien da supporre.
Bambine è un romanzetto che si legge in un'ora, che nulla da e nulla toglie alla vita di ciascuno.
Il presupposto sarebbe un giallo: un uomo rapisce delle bambine a Ravenna. Si serve di un complice che fotografa le piccole prima di farle sparire. I cadaveri sono ritrovati senza più capelli. Buona idea, no? Soprattutto se il giallo si complica per via della presenza del complice. Sin qui, tutto bene. Tutto bene per ciò che riguarda le descrizioni di Ravenna, del suo porto, delle sue nebbie e di tutte le sue ambiguità. Ma... Ma accidenti entra in scena il protagonista. Questo scopofiliaco che ha nome Carlo, che si scopa più donne lui in tre giorni che voi in cinque anni, e che passa dall'una all'altra con (io nel leggere l'ho vista DISTINTAMENTE!) la scritta AIDS in fluo sulla fronte. Conteggio veloce fidanzate di Carlo: Silvia, Jennifer, Ale, Arianna, Betta. Schifosamente, pure due in una sera. E non si capisce con quale finalità narrativa quest'incredibile aneddoto sia enarrato. Già, perché ciò che conta è che Carlo è un cronista che segue la nera e che ovviamente scrive dei rapimenti e dei delitti, e che si sente chiamato in causa quando - forse - il rapitore prende di mira la figlia del suo migliore amico. Sì, già, questa sarebbe la storia importante. In quattro e quattr'otto Carlo scopre la possibile identità del killer (sì, in quattro e quattr'otto, però la storia fila) e... e niente. Il romanzo finisce. Giallista? Boh, a me avewvano insegnato che il giallo segue delle regole, mica che inizia e poi lo si pianta lì.


di: KIBIUSA

Articolo inserito il:


Simona Vinci BAMBINE
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org