BLOOMRIOT > Sentito > HOMBRE ROSSE

HOMBRE ROSSE

10 anni di Hombre

HOMBRE ROSSE, . Milano - Festa dell’unità    

Live > Mentre "la star della serata", Daniele Sepe, si appresta a terminare il sound check, ne approfittiamo per rivolgere qualche domanda a Francesco Pitillo, anima del gruppo di percussionisti "Hombre Rosse" che si esibiranno sul palco della Festa de' l'Unità di Milano prima del geniale musicista napoletano.

Chi sono le "Hombre Rosse"?

E' un gruppo nato più o meno 10 anni fa, attualmente composto di 16 elementi (12 percussioni e 4 fiati) che fanno musica di ispirazione afro brasiliana usando strumenti a percussione originali brasiliani.

Come è nato il gruppo?

Io ho iniziato nel 1992 a fare i corsi di percussioni al Bloom di Mezzago e tra gli "allievi" un po' più motivati, nacque l'idea di fare un gruppo.
Il primissimo esperimento di Hombre Rosse ha fatto la sua prima uscita nel settembre del 1993, a Vimercate in occasione della festa per il primo anniversario di apertura di Bloomerang (il negozio di dischi del Bloom che c'era a Vimercate fino a qualche anno fa): ci fu una festa con teatro di strada, musicisti ecc. ecc. e il primo nucleo di Hombre Rosse fece una apparizione di un quarto d'ora. Fin dall'inizio, a differenza di altri gruppi che fanno musica afro brasiliana, abbiamo inserito i fiati, e siamo ancora l'unico gruppo in Italia che fa questa musica con questa formazione mista di percussioni e fiati.

Quanti musicisti della formazione originale sono rimasti nelle Hombre Rosse?

Nella formazione di adesso sono rimaste, oltre a me, 3 persone.

I nuovi musicisti sono usciti dai corsi che hai tenuto al Bloom negli anni successivi?

In parte sì, in parte sono persone che abbiamo conosciuto negli anni. Un gruppo così ha per forza di cose tantissimo ricambio...

Viaggiate, mi hai detto, da circa 10 anni: la data che ricordi con più piacere?

Sicuramente quando siamo andati a suonare alla manifestazione di Milano il martedi dopo "le bastonate" di Genova: quel giorno c'era un clima abbastanza teso, pesante, tutti erano incazzati neri, tristi. Noi non eravamo lì ufficialmente come Hombre Rosse ma erano presenti molti dei nostri percussionisti. Fu un momento molto importante.
Invece una data molto molto bella targata Hombre Rosse è stata quella al Festival del teatro di strada di Certaldo, in Toscana: è stato bellissimo, un atmosfera stupenda, la cornice molto bella, la gente particolarmente coinvolta...

Tu sei l'anima di questo gruppo. Come ti è nata la passione per questo tipo di musica?

Ho iniziato più o meno per caso a frequentare un corso di percussioni afro brasiliane nel 1986, è scattata la molla e... basta! Io prima ascoltavo tutt'altro, non mi importava granchè di questa musica "tribale". La ascoltavo ma non è che mi facesse impazzire, preferivo tutt'altra roba. Iniziando a suonare è nata la passione per la musica brasiliana.

Immagino che la passione per la musica brasiliana vada di pari passo con quella per la cultura del "pais mais grande do mundo"?

Suonando certi ritmi non puoi fare a meno di andare a cercare, di andare a scavare quella che è la cultura, le origini, le tradizioni... Se vuoi andare a fondo con la musica brasiliana devi andare a fondo con la religione ecc...

Come è nata la collaborazione con Daniele Sepe?

A noi capita di suonare con Danielone Sepe quasi tutte le volte che è in zona a Milano. Sepe lo ammiriamo tantissimo, al gruppo piace tantissimo. Tutto è nato nel 1995 o nel 1996, non ricordo: Sepe teneva un concerto vicino a Monza, noi eravamo lì e gli abbiamo chiesto se potevamo salire sul palco. Lui ha accettato e da quel momento...

...non siete piu' scesi!

Esatto! E adesso tutte le volte che c'è Sepe a Milano ci invita sempre a suonare!

Altre collaborazioni?

Abbiamo collaborato con molti personaggi come Camerini, i Rosso Maltese...

Con chi vi piacerebbe suonare?

Sai che non so risponderti! Le nostre collaborazoni sono cose che nascono in modo molto naturale... a me personalmente piacerebbe fare un concerto delle Hombre Rosse con Bunna degli Africa Unite...

Progetti futuri?

Una data a cui teniamo particolarmente sarà il 6 dicembre al Bloom di Mezzago, dedicata ad Emergency: sarà ad ingresso libero ma inviteremo gli spettatori a lasciare qualcosa per Emergency perchè se lo meritano e perchè ne hanno bisogno. Durante la serata faremo una registrazione e se il risultato sarà buono forse faremo uscire un cd dal vivo.
Poi abbiamo un progetto per la primavera prossima: il Ganja Libera Tour, in cui cercheremo di sensibilizzare il pubblico sull'importanza della liberalizzazione della marjuana.

Grazie Francesco a presto!

Grazie a voi! Ciao!


di: RADIOTAKESHI

foto di: Kurosara

Articolo inserito il:


HOMBRE ROSSE


HOMBRE ROSSE


HOMBRE ROSSE