BLOOMRIOT > Sentito > NAKED CITY

NAKED CITY

Un supergruppo dedito alla follia

NAKED CITY, .    

Supporti > I Naked city sono un gruppo nato a New York alla fine degli anni ’80 composto da Wayne Horvitz:tastierista e pianista jazz in attivo già dagli anni ’70. Tra le sue collaborazioni più importanti citiamo Elliot Sharp; Bill Frisell: chitarrista di stampo jazz che non disdegna rock e R&B. Suona tra gli altri con Elvis Costello; Fred Frith: polistrumentista direttamente dagli anni ’60 con alle spalle collaborazione con (giusto per citarne uno) Robert Wyatt; Joey Baron: batterista jazz. Ha suonato con Dizzie Gillespie e Stan Getz John Zorn: sassofonista underground. Improvvisatore folle Yamatsuka Eye: voce. Ha collaborato con i Sonic youth e, siccome si annoiava si è messo a disegnare fumetti! Probabilmente annoiati da tutto quello che li circonda creano questo disco: 42 brani in 26 minuti. Non saprei estrapolarne un filo logico ma mi sento di lasciare questa mia osservazione. Non esiste più il jazz e nemmeno il free jazz, non esiste più il grind, non esiste più l’avanguardia, il rock non esiste più l’improvvisazione… si può solo impallidire di fronte a questo. La musica estrema non esiste… E’ una finta. Esiste il rumore, una moltitudine di suoni gettati a caso in un calderone. Non fraintendetemi comunque… io ADORO questo disco…


di: DOC NOISE

Articolo inserito il:


NAKED CITY