BLOOMRIOT > Sentito > MIKE PAINTER & THE FAMILY SHAKERS

MIKE PAINTER & THE FAMILY SHAKERS

Il terzo millennio può incominciare…

MIKE PAINTER & THE FAMILY SHAKERS, .    

Supporti > Sarò sincero, fin dalle prime note introduttive di questo disco si capisce subito che queste 15 tracce vanno oltre la musica: questa produzione è per l’Italia il manifesto di una vera rivoluzione musicale, che getta le proprie radici nella cultura degli anni 60, nei suoni, nei vestiti, ma che possiede lo spirito degli anni 70 nei confronti della vita, dell’amore, dell’ambizione e della Soul music, per giungere fino ai nostri giorni, sui nostri stereo con una forza ed una gioia inaudite. Se il “sentimento” è ciò che sta alla base dell’esperienza musicale, il disco d’esordio di Mike Painter, compositore ed hammondista milanese, rappresenta la fiamma della torcia che brucia, la scintilla che dà vita all’amore. Mike conosce le nascoste alchimie di un modern jazz dominato dal suono del hammond, che ha il potere di coinvolgere, trascinare, far ballare l’ascoltatore senza mai annoiarlo, esaltando la capacità dei Family Shakers di trasformarsi ora in un jazz quintet, ora in un R&B combo, ora in un gruppo funk, attraverso una sapiente miscela di cover e di brani originali. L’elemento che maggiormente risalta in brani come Ain’t No Mountain High Enough, la fantastica Let’s Stay Together, oppure Old Grand Dad, è la personalità di Mike Painter e dei musicisti che lo accompagnano, tanto che il paragone con i grandi interpreti non risulta per nulla azzardato, ma dovuto, visto che proprio Booker T & The MGs, Jimmy Smith e Jimmy McGriff sono considerati fra i punti di riferimento dal musicista milanese. La sensazione che il gruppo si stia chiaramente divertendo pervade tutto il disco, ed è percepibile nel sapore latineggiante di Follow Me, nella traccia d’apertura, Go Up! un trascinante organ groove, impreziosito dalla voce di Doctor Soul e nella bellissima El Diablo Smelly Shoes un brano funk che sta solo aspettando il telefilm poliziesco adatto per diventare sigla televisiva di successo.
Per un disco così importante era fondamentale avere alle spalle la casa discografica giusta, e non è un caso che questa sia nata per l’occasione. La Sexy Groovy Rhythms compie con l’uscita di Go Up! un passo fondamentale nella propria storia affermandosi come casa discografica internazionale.
Go Up! Il terzo millennio può incominciare…


di: NIKOLAJ GUMILIOFF

Articolo inserito il:


MIKE PAINTER & THE FAMILY SHAKERS
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org