UNSANE

Tornano i maestri del noise da New York

UNSANE, .    

Supporti > Dopo circa cinque anni di assenza da qualsiasi scena musicale ecco arrivare qualche comunicato che annuncia una reunion… e-mail che anticipano un probabile tour (unica data italiana al Bloom il 4 dicembre), voci di corridoio che si moltiplicano… fino all’annuncio ufficiale: gli Unsane si riformano, pubblicano un greatest hits e fanno un tour! Sono la persona più felice del mondo! Il greatest hits suona sempre un po’ commerciale in effetti ma… In questo greatest hits inanzitutto ci sono due dischi. Il primo consta di 24 pezzi presi dai vari album ormai difficilmente recuperabili dei nostri. Nel secondo disco, che in realtà è un dvd, troviamo la bellezza di 23 tracce dvd registrate in parte dal vivo in alcuni club americani e tutti (cinque) i video che la band ha registrato. L’audio della parte live del dvd non è eccezionale ma i filmati risalgono anche al ’92… in compenso però i video sono davvero fighi: “Scrape” in testa a tutti con i suoi tre minuti di cadute rovinosissime provenienti dal mondo dello skateboard…
La raccolta dei pezzi invece è davvero un toccasana per le mie orecchie…
Dopo un intenso periodo ad ascoltare il nuovo disco degli Outkast e il nuovo UNKLE mi ci voleva proprio qualcosa di un pochino più… diretto! Tutti i pezzi sono già pubblicati in altri album (e grazie al cazzo se no che greatest hits è?!?) e sono in ordine inverso (i primi pezzi sul GH sono quelli di Occupation Hazard). Purtroppo non ci sono nuovi pezzi… ma vi assicuro che non riuscirete a resistere alla tentazione di alzare il volume al massimo anche ascoltando i pezzi vecchi. Noise rock violentissimo, giri di basso ipnotico, voce distorta e batteria furiosa tutto sapientemente mischiato… Tanto “facile” quanto irresistibile.
Ultima nota positiva: All’interno del booklet ci sono parti delle famigerate copertine dei dischi precedenti con foto di repertorio rubate agli archivi della polizia di New York subito dopo omicidi e cosine carine di questo tipo… La migliore è sicuramente quella sul disco di debutto: un ragazzo sdraiato nelle vicinanze di un binario ferroviario… il busto da una parte e la testa dall’altra con una chiazza di sangue sui binari. Beh, almeno le immagini rispecchiano in qualche modo la violenza dei pezzi! In conclusione se conoscete gli Unsane sapete di non poter fare a meno di questo disco… e se non li conoscete fidatevi di me!


di: DOC NOISE

Articolo inserito il:


UNSANE