BLOOMRIOT > Sentito > FOLK IMPLOSION

FOLK IMPLOSION

Intervista a Imaad Wassif

FOLK IMPLOSION, . 0000-00-00    

Live in Bloom > Il concerto di sabato 17 maggio al Bloom dei Folk Implosion è stato praticamente un "affare di famiglia" della band di Lou Barlow, nel senso che le due "spalle" esibitesi prima dei Folk Implosion erano formate da membri dei Folk Implosion stessi: gli Alaska con chitarrista e batterista (in veste di bassista-seconda voce), seguiti dalla tastierista Mia come delicata cantantessa acustica. Alla fine della serata abbiamo scambiato qualche impressione con l'istrionico e allampanato chitarrista Imaad...In effetti il discorso è poi scivolato quasi solo sugli Alaska...

-Allora Imaad...Soddisfatti del concerto e della serata?

Assolutamente si....Anche stasera la risposta del pubblico è stata ottima...In assoluto suonare qui in Italia è stato bellissimo, anche per il fatto di aver vissuto queste date con più relax e tranquillità e potendo anche mangiar bene! Sai, di solito in tour ti trovi a girare città dopo città senza renderti conto di niente...

-Era la prima volta che venivi in Italia?

A parte una volta in vacanza...Ero già stato qui a suonare, ma mi pare solo a Milano, qualche tempo fa in acustico, solo io e Lou...

-Questa sera ci hai fatto una grande impressione, a dire il vero soprattutto con gli Alaska...

Ti ringrazio...Per noi è fantastico suonare in giro...Sarebbe bello avere la possibilità di fare un tour "nostro" ma è ottima questa cosa insieme ai Folk Implosion...

-Il vostro disco che vendete al merchandising è l'unico o ne avete fatti altri?

No è l'unico per ora...anche se alla fine del tour cercheremo di registrare qualcosa di nuovo...Tra l'altro quel disco è stato registrato solo da me e Rusty (batterista dei Folk Implosion n.d.a.) mentre, come hai potuto vedere, ora abbiamo una batterista e tutto è molto più vicino a quello che vorremmo fossero gli Alaska...

-Una grande batterista tra l'altro!

Si si...noi niamo molto contenti di lei...Tra le altre cose è molto bello suonare con una donna alla batteria, perchè porta un suo modo di suonare e di intendere il ritmo particolare, che non è usuale trovare in una rock band, che di solito ha un batterista uomo...

-Già...Di solito le donne suonano il basso!

Ahah...infatti...Chissà perchè!E tutte in un modo abbastanza simile...

-Cambiando discorso...Da dove ti arriva il tuo modo di suonare così personale?

Un musicista che in assoluto adoro e che quindi mi ha sicuramente formato è Neil Young...Mi piace tantissimo e sicuramente il mio modo di suonare ne deriva...Anche se ovviamente ascolto di tutto...

-Ma che chitarra usi? Non ne ho mai vista una simile...

Ah..è una chitarra sconosciutissima e molto economica che si chiama Magnetone...è degli anni '60 ed è stata creata da un tipo che poi ha lavorato per la Echo...Anche se poi ho messo degli altri pick-up perchè quelli originali erano davvero scarsi...Ma le chitarre economiche sono le migliori!

Purtoppo a questo punto veniamo interrotti dal mixerista-tour manager che richiama Imaad per sistemare i suoi strumenti nel furgone...La band deve andare in albergo...

-Beh, allora a presto...ancora complimenti per stasera!

Ciao a tutti e grazie!


di: BLIXA

Articolo inserito il:


FOLK IMPLOSION

FOLK IMPLOSION

FOLK IMPLOSION

FOLK IMPLOSION

FOLK IMPLOSION