BLOOMRIOT > Vissuto > LA PAGODE

LA PAGODE

Cosa dovete pensate se passeggiando per il lussuoso 7° arrondissement di Parigi vi imbattete in una pagoda cinese? Niente paura, non si tratta di un’allucinazione spazio temporale, ma semplicemente di uno dei cinema d’essai più famosi della capitale.

, .    

Vissuto Luoghi > Unico e mitico cinema del 7° arrondissement di Parigi, altrimenti noto per le sedi di Ministeri, Ambasciate, Esercito e Tour Eiffel, La Pagode possiede la particolarità di essere al contempo un luogo culto del cinema d’autore ed un capolavoro architettonico.
Nonostante l’aspetto (e la leggenda) la pagoda non è un originale cinese, bensì l’opera di un architetto francese della fine del 19° secolo. Commissionata dal fondatore e proprietario del Bon Marché, uno dei lussuosi grandi magazzini della capitale francese, la pagoda era stata voluta dallo stesso quale omaggio alla sua consorte, in omaggio alle sue origini cinesi.
La Pagode diviene una sala cinematografica nel 1931, sempre per volontà del suo proprietario, desideroso questa volta di regalare uno spazio per il cinema d’essai ad un quartiere nobile, ma povero di schermi.
Nel 1952 Jean Cocteau vi presenta l’anteprima del suo “Testament d’Orphée” e negli anni seguenti la sala si distingue per il suo sostegno ai cineasti della Nouvelle Vague. Nel 1973 La Pagode assume il suo aspetto attuale con la creazione di una seconda sala nell’interrato, di un giardino giapponese e di un salone da the. Nel 1986 viene classificata monumento storico, ma pochi anni dopo, nel 1997, chiusa per ragioni di sicurezza (l’interno della sala grande è tutto in legno).
Grazie alla mobilitazione dei suoi affezionati spettatori la sala riesce però a riaprire nel novembre del 2000, sotto la gestione di Jean Henochsberg, uno dei rari esercenti indipendenti presenti sul mercato. Il film scelto per l’occasione è "In the mood for love".
Per quanto riguarda la programmazione, la scelta delle pellicole è accurata e privilegia la cinematografia europea ed asiatica, tant’è che uno dei vanti della sala è quello di aver proiettato in più di 70 anni di esercizio un solo film made in Usa. Altra peculiarità, comune alla maggior parte delle sale d’essai parigine, è la scelta di proiettare unicamente versioni originali sottotitolate in francese, a meno che ovviamente tale versione non coincida con questa lingua.
Un consiglio: se decidete di andarci per vedere un film, scegliete quello nella sala Pagode, cioè la sala vecchia, ancora in legno e ricordatevi la mancia alle maschere, che non sono retribuite!

La Pagode si trova al 57 bis di rue de Babylone, la fermata del Metrò più vicina è quella di Saint-François Xavier, sulla linea 13.


di: DHARMABOY

Articolo inserito il:



Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org



      Utility

Quante volte avete sognato di visitare Parigi? Beh cosa aspettate a trasformare il sogno in realta'? Gli eleganti ostelli di Parigi di HostelBookersvi permetteranno di realizzare questo viaggio qualunque sia il vostro budget. Camere singole o camerate in condivisione: sta a voi. Qualunque alloggio decidiate di scegliere non resterete delusi davanti alle mille sorprese della capitale della Francia.