BLOOMRIOT > Vissuto > EARL PULVERMACHER

EARL PULVERMACHER

a chiesa cattolica in mano ad una lobby giudaico massonica chiamata Novus Ordo? Paolo VI l'Anticristo in persona? Un prete americano, elettosi papa con il nome di Pio XIII, tenta di fare proseliti via Internet...

, .    

Vissuto Persone > Nuntio vobis gaudium magnum: habemus papam. La fumata bianca dal comignolo del piccolo cottage di legno non deve essere stata notata da molte persone, ma il 24 ottobre 1998 è sata una data importante per gli Stati Uniti d'America: ha segnato infatti il trasferimento della sede pontificia dalla Città del Vaticano alla provincia texana. Earl Pulvermacher comprendendo di essere il solo, vero e unico portatore della parola di Cristo si trova costretto ad autoeleggersi al soglio pontificio con il nome di Pio XIII. Nato nel 1918, dal 1946 frate cappuccino con il nome di Luciano e missionario in Giappone e Australia fino al 1976, anno in cui comprende che il Conciclio Vaticano II è una truffa messa in piedi dall'Anticristo e che dopo la morte dell'ultimo vero papa, Pio XII, nel 1958 il cattolicesimo è in mano a una setta massonica dal nome Novus Ordo che annovera tutti gli attori classici delle teorie del complotto: i rosacroce, i satanisti, gli ebrei e naturalmente i sempre presenti comunisti. Frate Luciano esce quindi da quell'organizzazione corrotta, torna in America e inizia a spargere la dottrina del Vero Cattolicesimo. Non ha molto successo, ha quattro fratelli sacerdoti ma ne riesce a convincere a malapena un paio; coinvolge anche le sue tre sorelle e un suo amico (che nel 2000 nominerà vescovo). Sostiene di avere dalla sua parte un'antica profezia di un prete irlandese e la numerologia (è stato eletto esattamente quarant'anni dopo Pio XII). La ricorrenza del 666, il numero della Bestia, nelle date cruciali di Paolo VI inoltre è la chiara dimostrazione della sua satanica natura. Nel suo sito elenca le eresie perpretate dagli ultimi "antipapi", sottolinea i loro collegamenti con i rosacroce, i comunisti e i satanisti (tra cui Carducci). Le sue encicliche sono strali contro la corruzione della moderna chiesa e la necessità di un ritorno alle direttive dell'unico buon concilio, quello di Trento.
L'America sotterranea è attraverasta da migliaia di queste sette che generalmente vengono alla luce solo dopo sangunosi fatti di cronaca. La corruzione, l'ipocrisia e la distanza dagli ideali cristiani dell'odierna chiesa cattolica sono sotto gli occhi di tutti ed Earl Pulvermacher, alias Sua Santità Pio XIII, non è altro che un vecchietto che si fa fotografare vestito da papa nel backyard della sua casetta di provincia e che ha affidato il suo messaggio in bottiglia anche al grande mare della Rete.

N.B. L'autore di questo articolo desidera ribadire che non condivide né il contenuto del sito di Earl Pulvenmacher (che trova reazionario, revisionista e tendenzialmente antisemita) né tantomeno le idee della chiesa cattolica (più o meno per gli stessi motivi)


di: A.MA.

Articolo inserito il: 2002-11-02



Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org