BLOOMRIOT > Visto > VINCENZO FERRARI

VINCENZO FERRARI

Giro su me stesso

VINCENZO FERRARI, .    

Arte > GIRO SU ME STESSO
SOLO
NELLâ'UOVO DEL MONDO
NEL SILENZIO ATTENDO
LA MANO CHE MI FACCIA NASCERE

Non è di un poeta che si parla ma di un artista contemporaneo, professore di Decorazione all’Accademia di Belle Arti di Brera.
La parola e la pittura divengono un universo inscindibile, magico.
Niente più delle frasi scisse nell’orbita del quadro può portarci ad elaborare delle vie di lettura filosofiche, niente più delle forme labirintiche può far trasalire il discorso vorticoso in cui Vincenzo Ferrari si è innoltrato.
"Precipitando nel caos del proprio intimo" riscopriamo l’enigma della condizione umana, percorrendo frecce spiraliformi, addentrandoci nel percorso arcaico del labirinto di creta, seguendo schematismi matematici Ferrari ci trasporta nel mondo delle idee, nel groviglio celebrale. L’equilibrio della composizione ristabilisce ordine formale,
una grande sapienza tecnica mescola alfabeti antichi con lettere moderne, le preposizioni concorrono verso un centro ricercato.
La ricerca tecnica e quella metafisica concorrono di pari parole in libertà che parlano di un enigma infinito.


di: KUROSARA

Articolo inserito il: 2001-12-15


VINCENZO FERRARI
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org