BLOOMRIOT > Visto > CLAUDIO PARENTELA

CLAUDIO PARENTELA

Biografia e intervista dell’artista: illustrazione underground, tra fumetto e fanzine punk...

CLAUDIO PARENTELA, .    

Arte > Claudio Parentela è al contempo illustratore, mail artist e cartoonist molto attivo nella scena underground anche internazionale. Le sue collaborazioni a riviste e progetti sono innumerevoli: Stripburger, Lavirint, Sunburn,The Cherotic Revolutionary, Chance, Lucid Moon,Malefact, Sick Puppy, Pitchfork, Edgar, Cabezabajo, Que Suerte, Kastello, Mani Art, Pintalo De Verde, Art Life, ApArte, Out,Germinal, Stampa Alternativa, La Cafetiere Editions, The Benway Institute, Phony Lid Pubblications, Unwound, Moon Magazine, Staplegun, The Lummox Journal, Untergrundblatte, Vitriol, Entmoot, Mineshaft, Evasion, Fagorgo, Kerosene, Lo Sciacallo Elettronico, Balkan Spirit, Liberazione.net, Don Juan, Arti(e)Rumori, Ultrazine, Rorschach, Ghetto Blaster, Helter Skelter, Emozioni, Gibbering Madness, Bolle di Cartone, Labour of Love, ZZZzine, Bianco D’Uovo, Bries, Inguine, Ratriot, All About Fucking, Kami zine, Pus!, Roktober, Bathtub Gin, Experimental Forest, Stardust Memories, Funtime Comix, Spaghetti, Plop, Topaz&Psichedelica, Crimson Leer, Joey and The Black Boots, Blind Man’s Rainbow, The White Buffalo Gazzette … e molte altre ancora. Molte delle sue opere si possono trovare in rete, un mezzo di diffusione prediletto dall’autore: per rendersene conto da soli è sufficiente effettuare una ricerca con Google, vi saranno perlomeno dieci pagine di risultati collegati a Parentela. Ma le sue opere vengono esposte anche in gallerie vere e proprie, spesso anche all’estero, Olanda, Belgio, Spagna ecc…
Tra i suoi lavori vi sono anche numerose collaborazioni con band musicali, soprattutto metal, noise e punk, e l’illustrazione di poesie di autori quali Vittorio Baccelli, Lisa Massei, Alberto Rizzi, Cristiano Quadalti, Shannon Colebank, Gavin Burrows, Gary Sneyd, Robert Smith, Michael Kriesel, Mark Sonnenfeld.
Infine va ricordata la creazione di booklet di illustrazioni e comics per diversi editori, italiani e non, come ’’Il Ratto Bavoso’’ e ’’L’Incubo Dimezzato’’ (Innovation Studio-BGA Comix-Italia);’’Fashion Robot’’ (David Lasky-Seattle-USA); ’’Storie’’ e ‘’Il Bombarolo’’ (Progetto Siderurgico-Italia); ’’L’Agnello Sacrificale e la Salamandra Impiccata al Patè 666’’ (Medicina Nucleare-Italia); ’’Claudio Parentela’’ (Romantica Produzioni-Italia); ’’Black Kisses and Other Stories’’ e ‘’The Book of Secrets’’ (La Cafetiere Editions-Belgio).

Bloomriot ha avuto l’occasione di intervistare via email l’autore, qui di seguito riportiamo le risposte alle nostre domande così come sono state scritte.

Come nasce la tua passione per l’illustrazione,perché hai scelto proprio questa forma di espressione?

…Il caso (non ci credo…),…il destino (ci credo,o forse no…!)…comunque…credo si,sia stata la casualità,o meglio, ho iniziato più o meno nel 1995 a pubblicare le mie stramberie grafiche su zines e riviste e poi ho fatto covers di libri, libretti, CDs, posters…questo è il motivo & la mia scelta per le illustrazioni & la scelta del bianco e nero è dipesa dalla povertà dei miei clienti,e dato che il bianco e nero è più economico del colore…

Quando la redazione di Bloomriot ha visto i tuoi disegni ne sono uscite impressioni diverse:Fanzine Punk, Tim Burton, Goya…Cosa ne pensi di queste associazioni?


Adoro Tim Burton, trasforma in gioielli ogni cosa che tocca: un vero genio! Sono un povero stupido nostalgico e perduto e irrimediabile punx nel mio cuore oscuro…Goya…è un altro mio mito&modello…ma lo sapete che leggete bene nel mio cuore?…Ma c’è anche David Lynch & Russ Meyer & un sacco di artisti disperati & folli & drogati & schifosamente alcolizzati & estremamente schizzati & very true underground: Pasolini & Mike Diana & Poe & Lovecraft & Musil & Diamanda Galas & Frank Zappa & David Allen & Alesteir Crowley & Sri Aurobindo & Mère & Christa Wolf & Can…e tantissime altre cose schizofrenicamente frullate nel mio frulla frulla mentale…

Scorrendo il tuo curriculum, peraltro impressionante, saltano subito all’occhio le tue esposizioni all’estero, un po’ dappertutto nel mondo. Pensi che l’Italia sia un paese che offre delle buone opportunità agli illustratori?


Sul curriculum che ti ho mandato e che è quello che in genere uso per presentarmi al mondo c’è in realtà solo 1/6 delle cose che ho fatto & faccio e tutte le collaborazioni & C…. vari…Ma tornando alla tua domanda & scusandomi per l’iniziale & apparente superbia (ma non lo sono affatto, giuro!),no, non credo che in Italia ci siano buone opportunità per gli illustratori…Non so i motivi reconditi,cioè se ciò è dovuto all’esilio dei Savoia o all’incendio di Roma da parte di Nerone,forse entrambi i motivi e di più…comunque so solo che qui io mi faccio un C… così!Un po’ comunque se la menano un po’ troppo & poi ci sono tanti furbi,troppi…ma chi se ne frega poi?Come dire:il problema è loro e non mio!Ma poi tornando per l’ennesima volta a noi:io ho iniziato a lavorare & a stra-pubblicare all’estero,soprattutto negli U.S.A.,& stra-pubblico e mi ci trovo benissimo in questa new dimension anche tuttora…in Italia,ma certo che mi piace lavorare & disegnare & fare qui tante cose belle e buone:insomma io sono qui per chi mi vuole!!!Se devo essere sincero & in genere lo sono…le poche e uniche delusioni & fregature le ho beccate( ma in tutto sono 2-3…)nella mia amata madrepatria…

Hai mai realizzato collaborazioni o progetti a più mani? Te lo chiedo perché leggendo una tua vecchia intervista mi pare di aver capito che hai lavorato anche con dei disabili mentali.

Risposta positiva per entrambe le domande.Durante questi ultimi 5-6 anni ho si realizzato & collaborato con artisti vari a progetti comuni & cioè a più mani(proprio quest’anno e da poco ho disegnato insieme & conMarcel Herms,Monobrain,Gianluca Costantini ,Zookie…delle vere e proprie jam sessions…Si,in passato ho lavorato con dei disabili mentali…& da una di queste esperienze è nato il mio’’IL RATTO BAVOSO’’,in cui è chiara l’interscambiabilità & l’assoluta relatività dei genders & dei ruoli & di tutte le cagate mentali di cui siamo infarciti…cioè il messaggio de’’IL RATTO BAVOSO’’è:chi è disabile,io o tu o nessuno o tutti?FUCK tutto & tutti perciò!!

Che rapporto hai con le nuove tecnologie, sia per la realizzazione sia per le diffusione delle tue opere?


Meraviglioso! Adoro le nuove tecnologie & a parte l’indubbio inquinamento totale corporeo e mentale e ambientale (…che seccatura però…!), sono totalmente dipendente dalle nuove tecnologie,mi aiutano tantissimo nel mio strano lavoro & nel modo di comunicare & di tutto ma proprio tutto,& credo siano la chiave & la soluzione a tutti i problemi dell’inquinamento & della fame nel mondo & della pace & della guerra & dell’esistenza di Dio & del Diavolo 666…si,credo proprio che incrementerò il consumo di nuove tecnologie in maniera sempre più massiva e pesante e ingombrante.

Domanda di rito: tre libri,tre dischi e tre films che ti porteresti su di un’isola deserta.

LIBRI:’’L’uomo nel Gelsomino’’di Unica Zurn;’’La Donna senz’ombra’’di Hugo Von Hofmannsthal;’’L’uomo senza Qualità’’di Robert Musil’’.
DISCHI:’’Clouds’’di Joni Mitchell;’’Astral Weeks’’di Van Morrison;’’Starsailor’’di Tim Buckley;
FILMS:tutti i films di PierPaolo Pasolini.

Infine ,hai progetti per il futuro, imminente e no?

Le solite cose…comics&dipinti&illustrazioni…La pubblicazione del mio nuovo booklet nel 2003 per Medicina Nucleare(come per il precedente):’’GRAND SOIRS & PETITS MATINS’’.Un video di strane contaminazioni con i miei comics & suoni & immagini apocalittiche per una piccola label/emittente televisiva americana.Forse una serie di personali negli U.S.A. (una specie di tournee)…questo nei prossimi mesi,e poi ho tutte le mie collaborazioni da portare avanti come sempre e oramai & per fortuna…


di: DHARMABOY

Articolo inserito il: 2002-12-20


CLAUDIO PARENTELA
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org