BLOOMRIOT > Visto > TABU – GOHATTO

TABU – GOHATTO

Il regista di ''Ecco l'impero dei sensi'' dopo vent'anni torna a lavorare con Takeshi 'Beat' Kitano

Nagisa Oshima, TABU – GOHATTO. 2001    

Film > "Tabω – Gohatto" oltre a vedere, dopo 13 anni di silenzio, il ritorno alla regia di Nagisa Oshima, uno dei mostri sacri della cinematografia giapponese, consente anche, a quasi vent'anni dall'illuminante esperienza di "Furyo", di ricreare il sodalizio tra il vecchio regista e la nuova star della cinematografia giapponese: Takeshi "Beat" Kitano.
Ambientato nella Kyoto del 1865, il film racconta lo scompiglio portato in un gruppo di samurai della setta Shinsengumi, il gruppo di guerrieri che combatteva il regime dell'imperatore, dall'arrivo di una giovane recluta dalla bellezza quasi efebica, Sozaburo Kano (Ryuhei Matsuda).
Oshima tratta il tema della omosessualitΰ in un ambiente severo e rigoroso come quello dei samurai per cui ordine, disciplina e onore valevano ben piω della vita.


di: RADIOTAKESHI

Articolo inserito il:


Nagisa Oshima  TABU – GOHATTO
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org