BLOOMRIOT > WebSfera > I SERVERS PROXY: NASCONDERE IL PROPRIO IP

I SERVERS PROXY: NASCONDERE IL PROPRIO IP

Altro pilastro per la navigazione anonima. In pratica si tratta di un intermediario tra il client (voi) e il server sul quale ospitato il sito che volete vedere; ovvero effettua la richiesta al vostro posto

, .    

WebSfera >

Quando accediamo ad un server, sia questo ftp, http o altro, quest'ultimo "logga" (ovvero scrive su un file specifico) tutti i nostri dati. Se da un lato la cosa potrebbe anche non interessarci, dall'altra è fastidioso ricevere mail promozionali o altro materiale alla propria casella, così come a volte è sconveniente far conoscere a terzi il proprio indirizzo ip (un indirizzo ip è un numero che ci identifica mentre navigamo nel web e che ci rende quindi tracciabili).
Per evitare tutto questo esiste una soluzione molto semplice che consiste nell'utilizzare dei proxy.
Ma che cos'è un proxy? Il concetto è più difficile da spiegare che da utilizzare: in pratica si tratta di un "intermediario" tra voi (client) ed il server che si comporta come client nei confronti del server e contemporaneamente come server nei confronti del client.
Un esempio chiarirà meglio questo concetto: supponiamo di aver impostato correttamente un proxy web nel nostro browser e di voler accedere alla home page di www.bloomriot.org. La richiesta della pagina, invece di giungere direttamente presso il sito da visitare, arriva al proxy, che domanda i dati a nome suo; una volta ricevuti questi ultimi provvede a comportarsi come un server e li invia al client (ovvero a noi), tutto ovviamente in modo legale. In pratica, utilizzando uno o più proxy (uno per ogni servizio, da http a ftp, fino a gopher) si occultano tutte le informazioni legate al proprio indirizzo ip.
Inoltre l'utilizzo di un proxy potrebbe incrementare (ma anche rallentare) la velocità sulla rete: i proxy infatti mantengono le pagine web ed altre informazioni nella propria memoria cache, in modo da richiamare senza doverle richiedere nuovamente nel caso di una seconda consultazione.
Una sottocategoria interessante di server proxy è quella di "proxy anonimo". E' un server con un alto livello di privacy; non tiene memoria delle vostre navigazioni, simula di essere un client normale (normalmente si può capire se si stà comunicando con un proxy o con un client), etc.
Un proxy anonimo rappresenta una soluzione migliore se si tiene alla propria privacy. Attenzione però: non possiamo essere mai sicuri che un proxy sia totalmente anonimo
Ad esmpio eviterei e proxy con un nome tipo xxx.yy.GOV ,dato che gov stà per governativo; ma la mia è solo scaramanzia.
Un' ultimo trick: a volte un proxy può essere lento o non funzionare affatto; non è il caso di spaventarsi. Basta cambiarlo.
Seguono dei links a banche dati di proxies:
www.atomintersoft.com/products/alive-proxy/proxy-list/
www.multiproxy.org/anon_list.htm

Come impostare un server proxy
Ricordate che il numero dopo il : (di solito 80 o 8080) è la 'Port' o 'Porta'.

:::Netscape Navigator

1. Aprire il menù 'Modifica'

2. Cliccare su 'Preferenze'

3. Aprire 'Avanzate' dalle categorie di opzioni (sulla sinistra) e scegliere 'Proxies' (o equivalente)

4. Inserite l'indirizzo del proxy per http, sll e ftp

::: Internet Explorer 5

1. Aprire il meuù 'Strumenti'

2. Cliccare su 'Opzioni Internet'

3. Nella finestra che apparirà scelgliere 'Connessioni' (in alto)

4. Selezionare la connessione che si utilizza e cliccare su 'Impostazioni'

5. Marcare la casella 'Utilizza un server proxy' e cliccare su avanzate

6. Inserire l'indirizzo del server per http, secure ed ftp


di: J412

Articolo inserito il:



Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org