BLOOMRIOT > Visto > MULHOLLAND DRIVE

MULHOLLAND DRIVE

Lasciate a casa la razionalità: tra tensione e mistero il nuovo sogno di David Lynch

David Lynch, MULHOLLAND DRIVE . 2001    

Film > Originariamente l'episodio pilota di una serie per l'ABC che non prese mai il via, Mulholland drive è diventato poi un lungometraggio che è valso a David Lynch il premio per la miglior regia al festival di Cannes 2001.
Betty, un'aspirante attrice, giunge a Los Angeles per un provino e va ad alloggiare nella casa che la zia Ruth le ha lasciato a disposizione. Rita, dopo essere sopravvissuta ad un incidente stradale su Mulholland Drive, perde la memoria e vagando per le strade di Hollywood si ritrova a dormire sotto il tavolo dell'appartamento lasciato da Ruth per la sua nipote Betty. Sulla storia principale dell'incontro fra le due donne e la loro ricerca dell'identità perduta di Rita si innestano altre storie, come quelle di un goffo killer e di un regista tradito dalla moglie e minacciato dalla mafia.
La trama del film si infittisce e si confonde, parte come un noir lineare e poi si sfrangia in quelle atmosfere oniriche tipiche del Lynch di Strade Perdute e Twin Peaks.

Mulholland drive è un film complesso, affascinante, ben confezionato, ma non bisogna aspettarsi un film chiuso. Si può tentare di ricostruire una trama coerente senza avere la pretesa di venirne davvero a capo ma forse è maglio lasciarsi trasportare dalla tortuosa storia che si svolge come le curve e i tornanti della lunga e spettacolare Mulholland Drive di Hollywood, Los Angeles.


di: A.MA.

Articolo inserito il:


MULHOLLAND DRIVE