BLOOMRIOT > Visto > PARLA CON LEI

PARLA CON LEI

''L'amore è l'unico combustibile che ci mette in moto. Per amore intendo passione carnale, non dico che si debba sempre essere innamorati, ma sapere che l'amore esiste sì, sapere che si può perdere completamente il controllo di se stessi''

Pedro Almodovar, PARLA CON LEI . 2002    

Film > Todo sobre mi madre, il precedente, premiatissimo film di Pedro Almodovar, era finito con una sipario teatrale aperto a rivelare un palco buio. Quasi a volere riprendere un discorso, Parla con lei inizia con lo stesso sipario rosa salmone:
tra gli spettatori di uno spettacolo teatrale di Pina Bausch, Café Muller, ci sono due uomini seduti l'uno accanto all'altro. Non si conoscono. Sono Benigno, un giovane infermiere e Marco uno scrittore quarantenne. Sul palco, tra un infinità di sedie e tavoli di legno due donne con gli occhi chiusi e le braccia allargate si muovono sulle note di The Fairy Queen, di Henry Purcell. Benigno e Marco, sconvolti dall'intensità della scena, si commuovono fino alle lacrime.
Mesi dopo i due si incontrano nella clinica privata El Bosque. Benigno accudisce Alicia, una giovane ballerina caduta in coma in seguito ad un incidente stradale, di cui è profondamente innamorato. Marco è in visita alla sua fidanzata Lydia, torera di professione che, essendo stata ferita durante una corrida, è anch'essa in coma. Tra i due uomini, che reagiscono in modo diverso allo straziante dolore, inizia una profonda amicizia.
Tra le mura della clinica passato presente futuro dei quattro protagonisti si intrecciano inestricabilmente conducendoli verso un insospettabile destino.

"Parla con lei - ha scritto Almodovar - è una storia sull'amicizia tra due uomini. E' una storia circa la solitudine e la lunga convalescenza dalle ferite provocate dalla passione. E' un film sulla difficoltà della comunicazione tra le coppie e insieme sulla necessità della comunicazione. Parla con lei è un film circa la gioia della narrazione circa l'uso delle parole come armi contro la solitudine, la malattia, la morte e la follia. E' anche un film sulla follia. Quel tipo di follia che è tanto simile alla tenerezza e al senso comune da non distinguersi dalla normalità"


di: RADIOTAKESHI

Articolo inserito il:


PARLA CON LEI