BLOOMRIOT > Visto > MYSTIC RIVER

MYSTIC RIVER

Intramontabile Clint

Clint Eastwood, MYSTIC RIVER. 2002    

Film > Che ancora oggi esista un “governatore” della mise en scène come Clint Eastwood (quella di Schwarzenegger è un’altra storia…), uno dei pochi e migliori maestri della “vecchia scuola” rimasti sulla piazza, è cosa che non smette di sbalordire. In questa prospettiva, Mystic River è una grande riconferma: monumentale solidità narrativa, ferreo controllo dei personaggi (e degli attori: tutti eccellenti, ma Tim Robbins è il migliore), composizione classica e proprio per questo – secondo noi – garanzia di ottima qualità. Ma, è questo il suo solo limite, di scoperta ispirazione romanzesca, con troppe battute che sanno “di carta” e un finale (la parata del 4 di luglio) che poteva anche restare solo suggerito. Poco male: anche perché trattasi, come pochi altri film oggigiorno, di una pagina che ha il coraggio di sviscerare tutto il marcio che l’America nasconde.
Clint Eastwood è un repubblicano dichiarato, ma non un qualunquista: e forse anche a lui questa America non piace troppo.


di: MATTIA C.

Articolo inserito il:


MYSTIC RIVER