BLOOMRIOT > Visto > LE INVASIONI BARBARICHE

LE INVASIONI BARBARICHE

Un film crudelmente... divertente

Denys Arcand, LE INVASIONI BARBARICHE. 2003    

Film > È un film da vedere. È la storia di morte di una persona ma anche di un periodo storico legate fra loro. Si presenta un mondo che per semplificare è quello dei ‘60/’70 che sta finendo o sta per finire rappresentato da un gruppo di anziani professori universitari amici fra loro e dei loro legami. Una realtà basata sulla speranza di un mondo migliore che tenta tutte le strade per raggiungere la felicità compreso i compromessi e le cose brutte. Un gruppo di amici e di complici che però si ritrovano con un risultato diverso da quello sperato anche per colpa loro e del loro eccessivo ottimismo. I barbari sono i loro figli che stanno seguendo strade diverse molto realiste, legati ai soldi e al successo. La speranza sembra non interessare si guarda al momento e alla materia. Si guarda il mondo che muore magari con simpatia, dandogli anche una mano a renderlo un po’ più felice ma non lo si condivide. Come i barbari con l’impero che dopo la conquista l’utilizzarono come mito ma facendo un mondo diverso.
Grande gruppo di attori, grande sceneggiatura con dialoghi brillanti e situazioni credibili. Si svolge in Quebec a cavallo fra cultura europea e quella USA.


di: ANGELO

Articolo inserito il:


LE INVASIONI BARBARICHE