BLOOMRIOT > WebSfera > QUEST FOR HUSSEIN

QUEST FOR HUSSEIN

Il presidente iracheno non vi va giù? Dategli la caccia in un videogioco…

, .    

WebSfera >  Reso celebre dalla realizzazione di un gioco su Al Qaeda, Jesse Petrilla, giovane programmatore americano propone questa volta ai giocatori bellicosi di dare la caccia a Saddam Hussein.
“Quest for Hussein” è disponibile in rete ed a differenza del predecessore “Quest for Al Qaeda” è a pagamento: 3,95 dollari, una parte dei quali versati alla Croce Rossa.
Nel gioco Saddam non pare minacciare molto la pace nel mondo ed i suoi uomini lasciano negli arsenali le armi di distruzione di massa per imbracciare degli AK-47 dimostrando tra l’altro una mira decisamente scarsa. L’Iraq vagamente post atomico che fa da sfondo all’azione è popolato da stoici cammelli e riempito di edifici fatiscenti dove troneggia l’immancabile ritratto del presidente.
La missione è semplice: piombare tutti i baffuti iracheni che si trovano sul percorso fino ad arrivare al loro capo. Ovviamente come vuole la tradizione americana, il compito è affidato ad una sola persona, un vero duro che tocca a voi gestire.
Il gioco non si distingue per la realizzazione professionale e brilla soprattutto per opportunismo. Se belligerare su schermo è una cosa che vi piace assai è forse meglio procurarsi “Conflict: Desert Storm”, un gioco uscito ad ottobre che ricrea le missioni speciali della (prima) Guerra del Golfo e che costa dieci volte tanto.
E se Saddam è un nemico che non vi convince molto, potete sempre aspettare la realizzazione del prossimo gioco da parte di Jesse Petrilla che dichiara: “Fino a quando i media mi sottoporranno dei nemici penso che continuerò su questa strada”.
Qualcuno maligna che il personaggio più richiesto per un nuovo episodio sia George W. Bush, gettonato candidato ad un futuro “Quest for President”…


di: DHARMABOY

Articolo inserito il:



Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org