BLOOMRIOT > Visto > IN THE MOOD FOR LOVE

IN THE MOOD FOR LOVE

"Non pensavo mi facesse così male"

Wong Kar-Wai, IN THE MOOD FOR LOVE. 2000    

Film > All'inizio degli anni Sessanta Chow, un giornalista di Shangai si trasferisce con la moglie, in un appartamento di Hong Kong diventando vicino, tra gli altri, di Li- zhen, una segretaria sposata ad un uomo d'affari perennemente in viaggio di lavoro.
Le sempre più prolungate assenze dei rispettivi coniugi ed il drammatico sospetto dell'adulterio fanno si che i due protagonisti si avvicinino sempre più nel disperato tentativo di nascondere il tormento della loro solitudine.

Gioco di ruolo tanto delicato quanto inquietante, "In the mood for love" è una splendida lettura del dramma dell'uomo dove la finzione, confondendosi con la realtà, diventa più vera del vero. E fa male.
La vita ci appare come un drammatico gioco che non può essere abbandonato se non, come per l'anziana vicina di casa impegnata in un interminabile misterioso gioco di carte, quando si prende coscienza della impossibilità stessa del continuare a giocare. Un gioco doloroso e difficile se è vero che ci si trova a pagare le conseguenze di scelte prese senza avere avuto gli elementi necessari per potere scegliere: "Ti sei mai chiesta come sarebbe stata la tua vita se non ti fossi mai sposata?"
Le brevi sequenze rallentate sono veri e propri pezzi di bravura, ovattati ritagli di verità che, sottolineando la drammaticità del momento, vanno ad evidenziare piccoli gesti e impercettibili movimenti: indizi, pennellate calde ed umide come l'atmosfera di una Hong Kong perennemente piovosa.
Verità e finzione dicevamo: la manifesta finzione, il recitare (coscientemente) la parte che si è sempre recitato (senza averne coscienza) apre squarci di verità profondissima e dolorosissima nei due protagonisti: "non pensavo mi facesse così male".

E quando Chow guarda, immobile, fisso verso gli spettatori mentre dietro di lui la vita (ci verrebbe da dire il gioco) nell'ufficio continua frenetica, allora anche noi ci vediamo scoperti. Anche noi per un attimo acquistiamo coscienza del nostro recitare una parte. Il segreto è svelato. Ma quando le luci si alzano il dolore scompare.
E ricominciamo a recitare.


di: RADIOTAKESHI

Articolo inserito il:


Wong Kar-Wai IN THE MOOD FOR LOVE
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org