BLOOMRIOT > Visto > THE DREAMERS - I SOGNATORI

THE DREAMERS - I SOGNATORI

Non smettete mai di sognare...

Bernardo Bertolucci , THE DREAMERS - I SOGNATORI. 2003    

Film > Tutti parlano del film sul ’68. ma cosa vuol dire? Come se il ’68 fosse riducibile ad uno. È probabilmente il film del ‘68 di Bertolucci o dei suoi desideri o dei suoi ricordi o tutto l’insieme.
Certo la cornice è il ’68 di Parigi con la politica, i desideri i sogni, l’atmosfera. L’esterno di questo si vede nelle fasi iniziali e finali del film e dà il tono, fa d’accompagnamento della musica del film.
La parte centrale del film è chiuso dentro un appartamento e anche dentro la testa dei protagonisti. Rappresenta la loro scoperta del sesso, dell’amore, delle trasgressioni e anche l’ideologia (le discussioni tra i sostenitori di Chaplin e quelli di Seaton). Ora si può, sembra dire, però la scoperta è anche un trauma perché obbliga fare delle scelte e delle rinunce. L’amore fra i tre dura meno del maggio francese.
In questo non si vedrà niente di politico generale ma parte del politico personale che penso sia la propria rivoluzione, quella che segnò il regista e anche molti altre persone del periodo e che poi si unì in quella generale, che nel film è rappresentata dalla manifestazione finale.
Ognuno vi vedeva, vi vede i suoi sogni realizzati o meno, con rimpianto o con tenerezza ma ognuno ha il suo. Per questo mi sembra un film riuscito da consigliare perché non dice questo è il ’68 ma il ’68 ha significato questo per me. È un film che permette di sperare nei propri sogni (dreamers) e desideri.


di: ANGELO

Articolo inserito il:


Bernardo Bertolucci  THE DREAMERS - I SOGNATORI
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org