BLOOMRIOT > Visto > I FRATELLI COEN

I FRATELLI COEN

Due talentuosi fratelli di Minneapolis che sistematicamente dissacrano ogni genere hollywoodiano e non.

I FRATELLI COEN, .    

Registi >

 La Palma d'Oro al Festival di Cannes del 1991 fu assegnata a Barton Fink, un film visionario che s'incentrava sul blocco creativo di uno scrittore interpretato da John Turturro. I registi, i fratelli americani Joel e Ethan Coen, videro così aprirsi le porte della notorietà anche in Europa, dopo che già dagli anni '80 avevano iniziato a farsi conoscere prima lavorando con l'amico Sam Raimi e poi nei circuti cinematografici indipendenti con i loro primi film.
Con la fallimentare uscita di Mister Hula Hoop nel 1994 molti critici davano già per esaurita la vena dei due fratelli di Minneapolis, che prontamente smentirono queste voci inanellando una riuscitissima serie di film che, per quanto prfondamente diversi tra di loro, sono collegati da uno stile ironico e profondamente dissacratorio di tutti i generi cinematografici che sembra essere diventato la firma dei Coen. Si va dal noir ambientato nella gelida provincia del Minnesota di Fargo del 1996, al divertente e stupefacente Il grande Lebowsky del 1998 o il rifacimento dell'Odissea nel Mississippi degli anni '30 di Fratello, dove sei? .
I fratelli Coen sono molto riservati, generalmente non rilasciano interviste e se le rilasciano sono sempre in bilico tra il laconico e l'assurdo. Ad esempio alla domanda "Cosa è cambiato dopo l'Oscar vinto con Fargo?" risposero solo con un: "Non molto, davvero". Oppure quando l'intervistatore chiese loro dei progetti futuri loro dissero che stavano litigando perché Joel voleva fare un film sui cani ed Ethan un dramma ambientato nella mandria di in una fattoria. Né tantomeno ci tengono a spiegare motivazioni, intenti o significati dei loro film.
Dai titoli di testa si sa che Joel dirige ed Ethan produce, ma i due fratelli lavorano praticamente in simbiosi, soprattutto nelle fasi di stesura e di montaggio. Il risultato sono delle sceneggiature molto complesse e accattivanti che marciano con precisione millimetrica e in cui si sovvertono tutti gli stereotipi consolidati di tutti i generi cinematografici. A contornare il perfetto meccanismo della sceneggiatura ci sono sempre delle ottime musiche e un'azzeccata scelta di attori (quasi sempre presente Frances McDormand, moglie di Joel). Il cinema dei fratelli Coen riesce a essere cinefilo senza essere stucchevole, eccentrico, ironico, idiosincratico e a volte brutalmente violento, assestandosi come una delle voci più originali e visionarie degli ultimi anni.


di: A.MA.

Articolo inserito il:


I FRATELLI COEN
Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org