BLOOMRIOT > Visto > ECCEZZZIUNALE... VERAMENTE

ECCEZZZIUNALE... VERAMENTE

Diego prima di Salvatores

"ECCEZZZIUNALE... VERAMENTE", .    

Speciali >

IL RAS DEL QUARTIERE

Parola d'ordine: "VIUUUUULLLEEENNZAA!!!!"

Domingo il capo di un gruppo di sbandati, una notte si trova a difendere un padre di famiglia alla ricerca della figlia fuggita di casa, da due giovani facenti parte di una banda rivale.
Domingo accetta di aiutare il disperato genitore a ritrovare la figlia che nel frattempo ha fatto amicizia con Orson, il capo della banda rivale...

ATTILA, FLAGELLO DI DIO

"Adesso viene fuori che anche le donne hanno le idee"

Segrate, Milano. Una squadra di legionari Romani compiono una razzia di donne e bestiame nel campo dei barbari ivi insediatisi.
Questi, guidati dal prode Ardarico (che ascoltando la predizione di una maga cambia il nome in "Attila") decidono di partire alla volta di Roma per saccheggiarla e riprendersi il maltolto...
Film cult per definizione, Attila, nonostante la pluriennale censura CecchiGoriana (o forse proprio per questo), è diventato con il tempo un fenomeno di costume, immancabile perla trash all'interno di ogni videoteca che (non) si rispetti.
Una scena su tutte:
- "Come vi chiamate?"
- "ATTILA"
- "Come?"
"ATTILA"
- "Come?"
- "ATTILA...che sei soddo? Che siete una tribu' di handicappati?
A...come atrocità , doppia T...come terremoto e tracedia, I...come Ir-did-Dio
L...come laco di sancue e A...come adesso venco e vi sfascio le corna!!!"

ECCEZZZIUNALE... VERAMENTE

"Bella città Parigi, eh?! Certo, non è Ascoli, non è Andria, non è Foggia, però bella cittadina!"

Senza dubbio il film più conosciuto dell'Abatantuono prima maniera.
Diviso in tre episodi in cui il camaleontico Diego interpreta tre diversi tifosi: nella prima parte (di certo la più riuscita) Donato, è il capo di un gruppo di irriducibili tifosi rossoneri.
Nel secondo episodio il camionista juventino Tirzan, escogita uno stratagemma che gli permetta di seguire la vecchia signora in trasferta in Belgio.
Nel terzo e ultimo episodio Franco, interista, è vittima di uno scherzo da parte degli amici che gli fanno credere di aver fatto 13 al totocalcio.
Memorabile la scena in cui Donato catechizza gli ultrà rossoneri leggendo un brano "dal vangelo secondo me":
"Oggi vi leggero' qualche brano tratto dal vangelo secondo me. Era la prima dumenica dell'anno di grazie 1968,allo stadio di san siro il celo da sereno di colpo si scuro' ,tutti i nuvoli hann' accuminciat' a scuntrarse,spuntavano saette ,lambi, un burdello dentro il celo , di colpo spunta il crapino di Dio ,un bell'uomo sui 40 anni ,e indica con il suo indice putente lo stadio di san siro e dice 'Gianni Rivera ciapp' questo pallone, un Tango, e vai in giro per il mondo a insegnare il giuoco del calcio'..."


di: RADIOTAKESHI

Articolo inserito il:



Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org