BLOOMRIOT > Visto > MARE DENTRO

MARE DENTRO

Dentro, dentro. Dentro il mare.

Alejandro Amenabar , MARE DENTRO . 2004    

Film > Che emozione. Immediata, pulsante, fortissima, senza controllo. Regolata dalla storia.
Xavi, giovanissimo nipote. Strappato al mare come suo padre. Mentre sua madre lo ha voluto. Al capezzale di Ramòn. “Quando non riesci più a vivere senza l’aiuto degli altri, impari a piangere ridendo”.
Una vita dedicata a chi della vita non vuole più saperne. Di riso e di pianto. Su e giù senza tregua, stiamo gentilmente in silenzio ad ascoltare un dialogo passionale. Di chi amava la vita più di ogni altra cosa. Due donne. Un uomo.
Forti entrambe, come colui che amano. Forti delle loro convinzioni, fino alla fine. Chi per la vita e chi per la morte. Arriva per tutti d’improvviso o in un’inesorabile lentezza. Ti divora a pezzi. Ti succhia via quella linfa vitale.
La legge è uguale per tutti. Ma non per chi vuol lasciare questo mondo, per cui la vita può essere un’insopportabile colpa. Un tramonto dolce, soffusamente pervadente. Cristalli in un cilindro di plexiglass. Grande è il potere.
Poesia e morte, vita e delirio. Cicutam bibit, filosoficamente parlando.
Eccezionale Xavier Bardem. Amenabar dà lezione di morte. Argento al Festival di Venezia, anno 2004.


di: CRISTIAN B.

Articolo inserito il:


MARE DENTRO