BLOOMRIOT > Visto > LAWRENCE FERLINGHETTI: PAINTINGS AND POEMS

LAWRENCE FERLINGHETTI: PAINTINGS AND POEMS

Sovverti il paradigma dominante!

Lawrence Ferlinghetti, .    

Arte > Lawrence Ferlinghetti, prossimo ai 90 anni è un’icona che necessita di poche presentazioni: poeta beat, editore di “Howl”, attivista per i diritti umani nonché proprietario del leggendario City Lights Bookstore di San Francisco. La sua opera più conosciuta, “Coney Island of the mind”, resta ad oggi la raccolta americana di poesia più tradotta. Ma nonostante la riconoscibilità dell’autore, pochi conoscono l’opera figurativa dello stesso, a cui Ferlinghetti si è dedicato simultaneamente alla scrittura per quasi 50 anni. Nel 1980 viene organizzata a San Francisco la prima esibizione su larga scala delle sue opere, visibili oggi in mostra permanente presso la George Krevsky Gallery nella stessa città.
Recentemente alcuni dei lavori più significativi sono esposti stati esposti a Praga, presso la Casa dell’Anello d’Oro (Dům U Zlatého prstenu), a ridosso della cattedrale di Tyn in un edificio medievale dalle caratteristiche celle sotterranee. E non si tratta di un caso poiché la relazione tra Ferlinghetti e la capitale boema risale al 1987 quando lo stesso scrisse una lettera aperta all’ora presidente cecoslovacco Gustav Husák richiedendo il rilascio dalla prigione dei Jazz Session, incarcerati per aver pubblicato letteratura indipendente. Come segno di gratitudine nel 1998 l’allora ottantenne Ferlinghetti fu invitato a visitare la città in occasione dell’annuale Prague Writer’s Festival, all’interno del quale venne organizzato un reading non-stop delle sue poesie presso la Chiesa di San Salvatore, durato ben 4 giorni e 4 notti. Anche alcune foto di questo evento sono state esposte insieme ad un video amatoriale che vede Ferlinghetti recitare (ed impappinarsi) una sua poesia creata ad hoc per l’evento praghese e donata ai suoi lettori.
Accostato come scrittore al movimento Fluxus, come pittore Ferlinghetti è stato invece assimilato al Bay Area Figurative Movement, un circolo di artisti di San Francisco, ma ogni definizione pare puramente formale se si pensa che l’autore stesso ha dichiarato riguardo il suo lavoro: “Il processo di creazione non è importante e non lo è neppure la questione formale”. E quest’affermazione si riflette in modo evidente nei suoi dipinti, che al contrario della poesia sempre vivida non appaiono così nitidi nella loro forza comunicativa.
Le opere di Ferlinghetti, comunque inquadrabili come arte figurativa, restano interessanti, soprattutto quando accompagnate dalla sua inimitabile poesia, scritta direttamente sulle tele e sui cartoni utilizzati. I temi sociali e l’attivismo critico sono presenti in molte opere, come Policia Oaxaca, in cui un oscuro bus della polizia messicana procede sopra i corpi dei manifestanti oppure in The Third World War, in cui viene presa di mira la politica della Banca Mondiale.
Più interessanti paiono le opere legate a temi più personali, quali sesso e amore, principalmente composte da nudi femminili, in cui traspare un Ferlinghetti pittore più intimo e alla ricerca di un arte figurativa slegata dal messaggio. Tra quest’ultime va segnalata A Fishy Person, una donna dalla testa di pesce, che pare aggiunta in momento successivo oppure Por la liberacìon de la mujer, in cui il soggetto femminile viene posto in croce in una reintepretazione critica della classica iconografia cristiana.
In generale, se Ferlinghetti poeta è un’istituzione, il pittore è da scoprire come un interessante simultanea della sua vita artistica più che una via espressiva a se stante. Rimane in ogni caso intatta l’ammirazione per la vitalità e la forza critica positiva di un artista inconfondibile, che traspare anche nelle sue opere figurative.


di: DHARMABOY

Articolo inserito il: 2007-05-07


Lawrence Ferlinghetti


Lawrence Ferlinghetti


LAWRENCE FERLINGHETTI: PAINTINGS AND POEMS