BLOOMRIOT > WebSfera > OPEN OFFICE

OPEN OFFICE

Un pacchetto software adatto ad un uso personale ed aziendale, che puņ sostituire completamente Microsoft Office. A costo zero.

, .    

WebSfera >

Diretto concorrente di Microsoft Office , Open Office contiene un programma completo di videoscrittura, un foglio di calcolo, un programma per presentazioni, un programma di disegno vettoriale, un editor html e un programma per gestire operazioni matematiche.
Il progetto Open Office è nato e prosegue in perfetto stile Open Source. Non è sviluppato da una sofware house, ma da una comunità internazionale di sviluppatori, programmatori, grafici e di chiunqe voglia mettere a disposizione le sue competenze.
Non pensiate però che la qualità del lavoro sia scarsa, al contrario. I assunti di base sono la distribuzione del lavoro per competenze e il principio collaborativo. Per cui chiunque si senta esperto potrà leggere la parte di codice a cui è interessato, testarla e proporre delle modifiche alla comunità degli sviluppatori, che a loro volta la testeranno ed eventualmente implementeranno nel software.
Il progetto ha vari sponsors, trai quali Sun Microsystems, ma rimane un progetto prettamente non commerciale (inteso come non a fini di lucro). Per questo Open Office è gratuito.

Perché passare ad Open Office?

Perché si risparmiano centinaia di Euro a macchina (Open Office è gratis).
Perché Open Office è in grado di leggere e salvare in formato .DOC, mantenendo la compatibilità coi vecchi documenti e con i files dei nostri colleghi/amici. Permette inoltre di salvare i testi in formato .PDF (formato Acrobat della Adobe).
Perché Open Office non lascia dati personali nei documenti come invece fa MS Word; ed essendo Open Source (cioé a codice aperto, quindi controllabile) abbiamo la garanzia che non disperda o manipoli i nostri dati personali. I programmi chiusi e complessi (quasi tutti i programmi commerciali) funzionano come delle scatole nere; è molto difficile essere sicuri di cosa l'applicazione stia effettivamente facendo in background (vedi i dati personali nascosti a nostra insaputa nei file .DOC).
Perché Open Office ha la stessa interfaccia grafica sia su Windows che su Linux; questo vuol dire che l'utilizzatore conoscerà perfattamente il programma e si sentirà a suo agio davanti ad entrambi i sistemi operativo non avendo la necessità di dover imparare ex novo.
Inoltre usare Open Office favorisce il processo di migrazione da Windows a Linux.

Un facile esempio: un'azienda vorrebbe passare a Linux o smettere di pagare le onerose licenze di MS Office ma non può sostenere i costi, i tempi ed i rischi della formazione del personale.
Una possibile soluzione sarebbe di installare Open Office e farlo coesistere con MS Word per il tempo necessario all'apprendimento per poi disinstallare MS Word ( con grande sollievo in termini di velocità del sistema operativo) ed eventualmente passare a Linux. Il tutto a costo zero!

Uniche due note negative: è leggermente più lento di Word all'avvio perché viene caricato completamente. Una volta caricato non dà alcun problema.
Per funzionare al meglio, è consigliato installare prima la versione aggiornata di Java, anch'essa gratuita.
Open Office è disponibile in lingua italiana sia per Windows che per Linux; il file di installazione pesa attorno ai 60 MB.
Java pesa 14MB.


di: J412

Articolo inserito il:



Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org