BLOOMRIOT > WebSfera > LOTTA PER LA SOPRAVVIVENZA DIGITALE

LOTTA PER LA SOPRAVVIVENZA DIGITALE

Essere diversi dalla massa per sopravvivere alle epidemie

, .    

WebSfera >

Avete mai sentito parlare di varianza genetica e di vantaggio dell'eterozigote? Sono due concetti di genetica evolutiva che illustrano come, in alcune situazioni, una diversità nei geni di un esemplare in una specie possa dare dei vantaggi dal punto di vista della sopravvivenza rispetto ai suoi simili. Può sembrare azzardato, ma la stessa cosa vale per i nostri computers connessi in rete. Lo possiamo notare se pensiamo ai frequenti allarmi virus e simili.
Avere tutti lo stesso sistema operativo, gli stessi antivirus, gli stessi programmi di posta, ci rende più vulnerabili alle infezioni.
Usare macchine con un DNA minoritario le rende più resistenti e più affidabili.

Dal punto di vista della genetica una alta varianza indica differenze frequenti tra gli appartenenti ad una popolazione, mentre una bassa varianza indica che la popolazione è molto omogenea. Il vantaggio dell'eterozigote si verifica in caso di epidemie rare o particolari durante le quali una caratteristica genetica rara o non dominante diventa cruciale per la sopravvivenza.

Applicato all'informatica, possiamo facilmente immaginare come per un virus sia confortevole avere una popolazione di computers uguali, perché avrà buone possibilità di infettarne un numero sufficiente per sopravvivere. I computer infetti espanderanno a loro volta in contagio trai loro simili.
Saranno però immuni computer con diversi sistemi operativi, e quelli protetti da altri PC costruiti as hoc per fare da barriera.
Le conclusioni sono semplici: usare un sistema operativo (Windows) che copre il 95% del mercato mondiale è molto pericoloso. Uno statista avrà già notato che il 95% è proprio il livello di confidenza standard per accettare una procedura, cioé è un invito a nozze per i creatori di virus. Questo spiega anche i continui problemi di sicurezza di Windows. Qualsiasi software troppo diffuso avrà problemi perché sarà molto vantaggioso cercarne assiduamente le debolezze. E' noto che esistono sistemi operativi molto più solidi e meglio progettati, come Linux e Mac OS, però è possibile ipotizzare che con una maggiore diffusione anche questi potrebbero avere problemi. Allo stato attuale però, sono sicuramente una valida alternativa alle disinfestazioni continue ed a problemi di tutti i generi, SPAM compreso.

La stessa logica va applicata a tutti i programmi usati in rete. Volete degli esempi? Norton Antivirus: bucato. Zone Alarm: bucato. Outlook express: bucato più e più volte. Internet Explorer: affondato. Ebbene sì; anche gli antivirus ed i firewall più diffusi sono pericolosi, perché i creatori di virus riescono a sfruttarne le debolezze per rendere le loro "creature" invisibili.

Cosa fare? Semplice. Usare programmi meno diffusi, che spesso funzionano ugualmente bene e in più sono gratuiti. Trai programmi più affidabili ci sono quelli Open-source. Sembra strano, perché se il codice è visibile a tutti dovrebbero esserlo anche le debolezze. E' vero! Essendo visibili da tutti, le debolezze vengono segnalate pubblicamente e corrette da programmatori di tutto il mondo, che non devono nasconderle come un'azienda privata, che ne avrebbe una caduta d'immagine.

Se siete scettici provate a scaricare gratuitamente Stinger, un mini antivirus e vedere se trova qualcosa. Nota: Stinger non è sufficiente come antivirus, però se usate Windows (gli altri non hanno questo problema) vi sarà utile scaricarlo ogni tanto per fare dei controlli.


di: J412

Articolo inserito il:



Hai del materiale iconografico riguardante questo articolo? redazione@bloomriot.org